A A+ A++
Associazione Mimosa

Associazione Mimosa

"Non ho paura delle parole dei violenti, ma del silenzio degli onesti" M.L. King

Indirizzo

via canestrini, 91
35127 - Padova (PD)

Rappresentante / Referente

Barbara Maculan

Telefono

049-8752638

Fax

049-8752638

Posta elettronica

info AT associazionemimosa DOT org

Sito internet

Finalità operative

L'Associazione Mimosa opera dal 1996 nell'ambito dell'immigrazione in generale, nell'intervento con la prostituzione di strada e sul traffico di esseri umani. E’ iscritta alla terza sezione del Registro delle Associazioni e degli Enti che svolgono attività a favore degli immigrati – Presidenza del Consiglio dei Ministri- e collabora con Reti di Enti Pubblici e Privati sia regionali che nazionali. Nel corso degli anni, individuando strategie sempre più rispondenti ai bisogni delle persone a cui si rivolge, l'Associazione si è strutturata in interventi di informazione e prevenzione primaria, di ascolto, di monitoraggio del fenomeno prostituzione, di accompagnamento ai Servizi Socio Sanitari attraverso un lavoro di rete con i servizi presenti sul territorio e successivamente in interventi di accoglienza aprendo comunità residenziali a carattere familiare per minori e minori stranieri di sesso femminile e maschile che seguono programmi di protezione ed integrazione sociale. L’Associazione svolge, inoltre, attività di comunicazione sociale sul territorio sia attraverso i canali istituzionali con dibattiti pubblici, convegni ed eventi culturali, sia attraverso interventi educativi negli Istituti di secondo grado della Regione Veneto. Dal 2008 collabora con Banca Etica, il Comune di Padova ed altri enti privati ad un progetto di riqualificazione dell'area adiacente la Stazione FFSS di Padova.

Altre informazioni

Forma giuridica

Associazione / Ass. di promozione sociale

ONLUS

Si

Data di costituzione

4/9/1996

Tipo di organizzazione

Unica sede

Presenza delle sedi

Solo in Regione Veneto

Numero dei componenti

da 20 a 50

Ricorso a finanziamenti esterni

Ricorso fino alla percentuale massima dell'80%

Aggiornato il

31/01/2017

regione del veneto
pace diritti umani