A A+ A++
Cestim Centro Studi Immigrazione

Cestim Centro Studi Immigrazione

Cestim

"""La prima schiavitù è la frontiera. Chi dice frontiera, dice fasciatura. Cancellate la frontiera, levate il doganiere, togliete il soldato, in altre parole siate liberi. La pace seguirà."" (Victor Hugo) "

Indirizzo

Via Cavallotti, 10 -
37124 - Verona (VR)

Telefono

0458011032

Fax

0458035075

Posta elettronica

biblio AT cestim DOT it

Sito internet

Finalità operative

Il CESTIM nasce a Verona nel 1990 come associazione di operatori sociali e culturali che si occupano a vario titolo, per obbligo professionale o per volontariato, degli immigrati e delle loro problematiche in ambiti diversi (nel sindacato, nei servizi sociali e sanitari, nella scuola e nell'università, nelle redazioni dei giornali, negli uffici della pubblica amministrazione, nella cooperazione internazionale e nell'associazionismo della solidarietà).
Ognuno dei soci si propone di mettere a disposizione degli altri la propria esperienza e competenza professionale assieme ai materiali informativi e di studio eventualmente acquisiti e ritenuti utili per tutti. Tutto ciò al fine di:
promuovere i diritti umani e la solidarietà sociale negli ambiti che riguardano le complesse problematiche dell'immigrazione;
sostenere le attività di studio, di ricerca e volontariato volte alla promozione e agevolazione di un pieno e positivo inserimento degli immigrati nel contesto sociale del territorio comunale e di quartiere in cui si trovano a vivere;
creare le condizioni per una corretta informazione sulla realtà dell' immigrazione in modo da prevenire o rimuovere il pregiudizio negativo che nell'opinione pubblica alimenta la discriminazione e costringe spesso gli immigrati in aree di esclusione sociale;
promuovere - in condizioni di parità con i cittadini italiani - l'accesso degli immigrati al lavoro dipendente e autonomo, alla casa, ai servizi sociali e sanitari, alla scuola, alla formazione professionale e a tutto quanto esprime godimento pieno dei diritti di cittadinanza nel rispetto, all'interno delle leggi dello stato, delle diverse identità culturali;
agevolare progetti individuali, familiari o di gruppo, orientati al rientro e al positivo reinserimento nei paesi d'origine, qualora se ne manifesti l'opportunità da parte degli stessi immigrati.
Attività principali
1) Documentazione - Studio - Ricerca - Formazione
“per una corretta rappresentazione della realtà dell’immigrazione”
Servizi di Biblioteca, Videoteca, Rassegna stampa sui temi dell’immigrazione
Sito internet: “cestim on line” + newsletter "Info-cestim” e "Amici del Cestim"
Consulenze informali a studenti, studiosi, giornalisti, operatori sociali e della formazione, politici
Consulenze formali nell’ambito di progetti di ricerca-intervento in collaborazione con alcune Amministrazioni locali
Corsi, giornate di studio, stages (docenza in Master dell’Università e in Corsi per operatori sociali, sindacali, culturali, pastorali)
Interventi nelle scuole, nelle parrocchie, in altre iniziative educative (ad es.: ciclo incontri con le scuole superiori)
Partecipazione a convegni, seminari, conferenze locali, regionali, nazionali e internazionali
2) Interventi in ambiti di particolare problematicità
“per dare delle risposte ai bisogni degli immigrati e, allo stesso tempo, dimostrare che è possibile darle”
Casa: sostegno alle attività della Cooperativa sociale “La casa per gli immigrati” e alle iniziative di pressione sui partiti per l’adozione di misure efficaci in materia di politiche della casa.
Lavoro: sostegno a iniziative che aiutano gli immigrati ad accedere ai servizi di orientamento sul mercato del lavoro.
Salute: sostegno alle attività del Cesaim-Centro Salute Immigrati di Verona e disponibilità a partnership in progetti del Servizio Sanitario Nazionale.
Scuola: promozione e organizzazione del volontariato dell’integrazione scolastica nelle scuole della città e della provincia; realizzazione di corsi estivi di italiano e di doposcuola invernali per gli alunni stranieri figli di immigrati (sulla base di Protocolli d'intesa triennali con le Direzioni scolastiche del Comune e della Provincia di Verona); corsi di italiano per donne straniere in azioni concertate con i servizi dell'Ufficio ùscolastico Provinciale e/o con associazioni di volontariato presenti sul territorio.
Discriminazioni: partecipazione a progetti nazionali di ricerca-intervento sulle discriminazioni; promozione di progettualità specifiche per la realizzazione sul territorio della provincia di Verona di iniziative comuni e condivise
Marginalità: partecipazione a Tavoli di coordinamento con le Associazioni che si occupano a Verona dei “Senza fissa dimora”.

Altre informazioni

Forma giuridica

Associazione / Ass. di promozione sociale

ONLUS

No

Tipo di organizzazione

Sede centrale con sedi periferiche

Presenza delle sedi

Solo in Regione Veneto

Numero dei componenti

oltre i 100

Ricorso a finanziamenti esterni

Ricorso fino alla percentuale massima dell'80%

Aggiornato il

30/01/2017

regione del veneto
pace diritti umani