A A+ A++

Collaborazioni e attività nel quadro dell'Unione Europea

Oltre ai due progetti congiunti Consiglio d'Europa/Unione Europea (Peer to peer), il Centro ha lavorato su diversi programmi e attività realizzati nel quadro dell'Unione Europea
 

Master Europeo e EIUC

Nel 1997 il Centro diritti umani ha promosso il Master Europeo in diritti umani e democratizzazione (E.MA), un programma avanzato di istruzione superiore con sede a Venezia, che coinvolge 41 università situate in tutta l'Unione Europea. Il Centro è stato il primo coordinatore e supervisore di questo programma fino al 2003, anno nel quale cominciò a proporne un ulteriore sviluppo come diploma accademico integrato (European Joint Degree) nel quadro del "Processo di Bologna".

Il Centro ha anche svolto un ruolo importante nella successiva istituzione del Centro Inter-Universitario europeo per i diritti umani e la democratizzazione (EIUC) come base istituzionale ed amministrativa per la gestione del Master europeo, la Venice School of Human Rights e la Venice Academy of Human Rights.
 

Visita la sezione del sito dedicata al Master europeo

 

Azione Jean Monnet

Il Centro ha ulteriormente consolidato il profilo europeo ed internazionale dei suoi programmi di studio e attività di ricerca costituendo il Centro di eccellenza Jean Monnet sul dialogo interculturale, i diritti umani e la multi-level governance, focalizzato sul capacity building e il curriculum development.

Il Centro ospita anche la Cattedra Jean Monnet ad honorem tenuta del Prof. Antonio Papisca, la Cattedra Jean Monnet Globalizzazione e inclusione nell'Unione Europea, tenuta dal Professor Léonce Bekemans, la Cattedra Jean Monnet Sistema politico dell'Unione europea, tenuta dal Professor Marco Mascia e il Modulo Jean Monnet Sport e diritti umani nel diritto dell'Unione Europea, tenuto dal Professor Jacopo Tognon.
 

Visita la sezione del sito dedicata al Centro d'eccellenza europeo Jean Monnet e alle Cattedre Jean Monnet

 

Comitato delle Regioni

Dal 2008 il Centro ha partecipato agli Atelier promossi dal Comitato delle Regioni, laboratori dove si sperimentano nuovi concetti, vengono condivise opinioni e sviluppate idee innovative che contribuiscono al processo decisionale dell'Unione Europea.

In particolare, il Prof. Antonio Papisca ha partecipato al primo Atelier il 10 settembre 2008 sul tema "Il (nuovo) concetto di Multilevel Governance", e al quarto Atelier sul tema della "Multilevel Governance in un mondo multi-polare"; il Prof. Antonio Papisca e il Prof. Marco Mascia hanno partecipato all'undicesimo Atelier il 22 giugno 2010 sul tema "L'elaborazione di una Carta europea sulla Multilevel governance; un maggiore impegno per una multilevel democracy".
 

Pagina del sito del Comitato Europeo delle Regioni dedicata agli Atelier

Ulteriori informazioni circa l'Undicesimo Atelier del Comitato delle Regioni

 

Altre collaborazioni ad iniziative dell'Unione Europea

Nel quadro della prima Conferenza dell'Unione Europea sul dialogo interculturale (2002), promossa e organizzata dalla Commissione Europea, Azione Jean Monnet e la European Community Studies Associations (ECSA-World), il Prof. Antonio Papisca e il Prof. Léonce Bekemans, membri del Comitato scientifico, hanno coordinato rispettivamente, la Sessione 4 "Diritti umani e democrazia" e la Sessione 5 "Globalizzazione e solidarietà" della Conferenza.
 

Pagina del sito della Commissione Europea dedicata alla Conferenza

 

Il 18 marzo 2010, il Professor Antonio Papisca ha contribuito all'udienza conoscitiva al Parlamento Europeo per l'adesione dell'Unione Europea alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), svoltasi presso la sede del Parlamento europeo a Bruxelles.
 

Ulteriori informazioni relative all'udienza conoscitiva al Parlamento Europeo

regione del veneto
pace diritti umani