A A+ A++

Corso di formazione "Civil Society Organisation. Gender Advisor"

Casa Internazionale delle Donne, Via Della Lungara, 19 - Roma
27 aprile - 19 maggio 2018


Il Corso

Il corso intende contribuire alla costruzione di una expertise a livello nazionale con competenze specifiche in materia di gender equality and mainstreaming, attraverso la trasmissione di abilità e strumenti pratici per l’operatività nei diversi settori della cooperazione internazionale (Sviluppo, Diritti Umani, Pace).

Enti promotori: Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” Università di Padova e Centro Studi Difesa Civile (CSDC), in collaborazione con Associazione delle Organizzazioni Italiane di Cooperazione e Solidarietà Internazionale (AOI), Casa Internazionale delle Donne (CID).

Sede: Roma - Casa Internazionale delle Donne

Durata: 27 aprile – 19 maggio 2018 (frequenza nei weekend).

Numero partecipanti: 20

Target: volontarie/i e operatrici/operatori di ONG; aspiranti operatrici/operatori e/o volontarie/i del mondo dell’associazionismo, studenti universitari e neo–laureate/i.

Qualifica: CSO Gender Advisor


Obiettivi

  • Trasmettere conoscenze e sviluppare competenze per l’applicazione dell’approccio di genere in programmi e progetti nei diversi settori della cooperazione.
  • Sviluppare abilità specifiche tra gli operatori per il lavoro di pace nelle aree di conflitto e post conflitto e negli interventi umanitari e di sviluppo.
  • Formare nuove professionalità (Gender Advisor e Focal Point) specificamente dedicate alla prospettiva di genere nella cooperazione internazionale, incluso l’ambito Pace e Sicurezza.

Programma

1. Modulo introduttivo

Venerdì 27 aprile
Introduzione al corso a cura dei promotori e partner
Approccio di genere: concetti e strumenti

Sabato 28 aprile
Approccio di genere nella cooperazione internazionale: settori e tipologie di intervento
Gender mainstreaming all’interno di una organizzazione

2. Approccio di genere nei progetti di cooperazione

Venerdì 4 maggio
Genere e Cooperazione italiana: storia, linee guida, buone pratiche
Testimonianze

Sabato 5 maggio
Genere e quadro logico
Microcredito ed empowerment economico e sociale

3. La tutela dei diritti umani delle donne

Venerdì 11 maggio
Diritti Umani delle donne: quadro normativo e strumenti di policy
Il ruolo del Comitato CEDAW

Sabato 12 maggio
Diritti Umani e violenza di genere
Interventi per l’empowerment delle donne: tutela della salute sessuale e riproduttiva
Interventi per l’empowerment delle donne: contrasto alle pratiche dannose
Approccio di genere nella protezione di donne difensore di diritti umani. L’esperienza delle PBI

4. Donne Pace Sicurezza

Venerdì 18 maggio
Il ruolo delle donne nei processi di pace e l’agenda internazionale DPS
Testimonianze

Sabato 19 maggio
Il ruolo delle donne nella difesa del territorio e nel processo di pace. Il caso Colombia
Supporto alle donne costruttrici di pace. Il caso Iraq
Valutazione finale e conclusioni


Metodologia

Il percorso didattico prevede l’utilizzo di diverse metodologie e approcci: 40 ore in presenza (lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, studio di casi), 30 ore di didattica on line.


Docenti

Paola Degani, Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca, Università di Padova

Luisa Del Turco, Centro Studi Difesa Civile

Maria Pia Dradi, Coordinatrice questioni di genere e pari opportunità AICS

Bianca Pomeranzi, Esperta CEDAW

Valentina Fanelli, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo

Serena Fiorletta, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo

Elisa Rapetti, Centro Cooperazione Internazionale di Trento

Simona Lanzoni, Fondazione Pangea ONLUS

Francesca Nugnes, Peace Brigades International

Martina Pignatti, Un Ponte Per…

Francesca Caprini, Yaku


Interventi

Augusta Angelucci, già Gender Advisor United Nations Development Programme

Rosa Vinciguerra, Forze Armate Italiane

Francesco Spada, Centro Studi Difesa Civile

Silvia Castellani, Terre des Hommes Italia

Martina Rogato, Young Women Network

Claudia Morini, Volontaria Corpo Civile di Pace

Esperti della Direzione Generale per la cooperazione allo sviluppo del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale

Coordinamento Scientifico - Didattico
Luisa Del Turco, Centro Studi Difesa Civile


Donne, diritti umani e processi di pace

Il corso si inserisce nell’ambito delle attività previste dal progetto “Donne Diritti Umani e Processi di Pace” promosso dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dell’Università di Padova e dal Centro Studi Difesa Civile, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Il progetto nel suo complesso sostiene l’attuazione del Terzo Piano d’Azione Nazionale dell’Italia su “Donne Pace Sicurezza” (2016-2019) nei suoi aspetti più innovativi e originali, che riguardano il ruolo delle donne e della società civile nella promozione della pace e dei diritti umani nelle aree di conflitto e post conflitto, per la piena espressione del potenziale trasformativo della Risoluzione 1325 “Donne Pace Sicurezza” del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

A tal fine, il progetto si articola in una pluralità di attività: formazione, informazione e comunicazione / diffusione, attraverso iniziative ed eventi che avranno svolgimento nelle diverse aree del territorio nazionale, con il coinvolgimento di partner attivi a livello locale per la promozione dei diritti umani e della pace e il sostegno delle principali organizzazioni impegnate in attività di protezione e peacebuilding in aree di conflitto. Il progetto si svolgerà nel periodo gennaio 2018 - dicembre 2019


Modalità di iscrizione

La partecipazione è gratuita.

La richiesta di iscrizione va inviata entro il 16 aprile 2018 tramite e-mail a DPS@unipd-centrodirittiumani.it indicando nome, cognome, ente di appartenenza e ruolo, con allegato il proprio CV.

Agli ammessi verrà inviata una mail di conferma dell’iscrizione.

In caso di elevato numero di richieste verrà data la precedenza, sulla base del CV, a operatrici e operatori attivi e con esperienza nel settore.

regione del veneto
pace diritti umani