A A+ A++

Simulazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla situazione in Siria

Università di Padova, Palazzo del Bo, Aula Nievo, 18 marzo 2013 - ore 9.00-10.30

A cura degli studenti del Corso di laurea in Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani - Corso di Relazioni internazionali, prof. Marco Mascia

Gli studenti del Corso di laurea in Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani dell'Università di Padova hanno dato vita ad una simulazione di una seduta del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla situazione in Siria.

L’iniziativa è stata promossa da un gruppo di trenta studenti, nell’ambito delle attività didattiche del Corso di Relazioni internazionali del prof. Marco Mascia, ed è consistita in un role-play in cui i partecipanti hanno rappresentato le delegazioni degli Stati presso il Consiglio di Sicurezza. La simulazione ha inteso favorire la comprensione dei meccanismi decisionali delle Nazioni Unite e promuovere l'azione dell'ONU e dei suoi organi, in particolar modo del Consiglio di Sicurezza.

In Siria è in corso un conflitto che, secondo le stime dell’Alto commissario per i diritti umani, dal 2011 è costato la vita a più di 60.000 persone. Un intervento per metter fine alla violenza da parte della comunità internazionale non è stato finora possibile a causa dello stallo in seno al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

La simulazione ha mirato quindi a fornire un punto di vista alternativo alla soluzione della crisi siriana. Gli studenti hanno approfondito la conoscenza delle posizioni degli Stati ed elaborato un position paper, un documento in cui ogni Stato riassume la propria volontà e posizione negoziale.

Inoltre, gli studenti hanno lavorato alla stesura di una Risoluzione del Consgilio di Sicurezza sulla crisi siriana, a partire da parole chiave quali: cessate il fuoco, disarmo, peace-keeping, peace-building, transizione di governo, rifugiati e diritti umani.


regione del veneto
pace diritti umani