A A+ A++

1° Corso di Alta Formazione per esperti in Educazione civica, diritti umani, cittadinanza, costituzione

(A.A. 2008/2009)

Il Corso di Alta Formazione attuato dal Centro diritti umani dell'Università di Padova ha costituito il primo esempio in Italia di uno specifico percorso formativo di durata annuale per docenti esperti in “Educazione civica, diritti umani, cittadinanza, costituzione”. 


La versione completa del Project Work conclusivo è disponibile in formato PDF nel database Pubblicazioni (v. rinvio Risorse / Database Pubblicazioni in fondo pagina).


Presentazione ed organizzazione del Corso

Il Centro interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli dell’Università degli Studi di Padova ha promosso in Italia il primo Corso di Alta Formazione per docenti esperti in “Educazione civica, diritti umani, cittadinanza, costituzione”. Il Corso è nato dalla fruttuosa e consolidata collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto e la Regione del Veneto.

La finalità generale del Corso è collegata con la nuova disciplina introdotta dal Ministro dell’Istruzione con Decreto-legge 1 settembre 2008, n. 137, Art.1: “Cittadinanza e Costituzione”, che prevede l’avvio, nelle scuole di ogni ordine e grado, di una nuovo percorso formativo relativo all’educazione ai valori democratici a fondamento della nostra Costituzione.

Obiettivo generale del Corso è duplice: promuovere l’inserimento nei curricola scolastici i concetti, i valori e i riferimenti istituzionali locali, nazionali, europei ed internazionali sviluppati dalla cultura dei diritti umani universalmente riconosciuti; formare i docenti che, nel territorio, gestiranno la fase di formazione di base nei progetti nazionali sui diritti umani e la cittadinanza europea, promossi dal MPI, presso le scuole-polo individuate dall’USR.

Nel quadro di un approccio globale dell’educazione civica, il Corso si propone di fornire dati cognitivi relativamente al nesso esistente tra il paradigma universale dei diritti umani e l’esercizio della cittadinanza attiva e responsabile e di operare organici collegamenti tra diritti umani e cittadinanza, tra diritto interno e diritto internazionale, tra istituzioni ai vari livelli, tra diritti umani, pace, sviluppo e sicurezza umana, tra beni personali e beni pubblici globali e responsabilità sociale.

Il Corso si è rivolto ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado, per un numero massimo di 20 posti. Hanno partecipato 20 insegnanti, selezionati fra coloro che hanno presentato domanda, e rappresentanti di tutte le province venete e di tutti le tipologie di scuole superiori. Il Corso di Alta Formazione ha previsto 375 ore di formazione individuale complessiva, per un valore di 15 crediti formativi universitari.

Il corso, articolato in momenti distinti ma complementari di intervento, è stato caratterizzato da una innovativa conduzione didattica di formazione, che ha visto le lezioni frontali affiancate a momenti seminariali di discussione, e ad un supporto didattico informatico su piattaforma Moodle dell’Università di Padova. Ai momenti formativi si sono aggiunti poi incontri di progettazione e definizione di un prodotto finale comune, ed un’ulteriore fase di riflessione ed elaborazione personale di alcune parti concordate.

Insegnamenti del Corso

Il Corso ha fornito dati cognitivi sullo sviluppo della democrazia rappresentativa e partecipativa lungo un percorso che parte dalla città e arriva fino all’Unione Europea e all’ONU. Il contesto di riferimento istituzionale per le applicazioni pratiche preso in considerazione durante il Corso è stato quello della governance multi-livello, al cui interno sono sempre più sollecitati ad operare gli stati, i governi regionali e locali, le organizzazioni internazionali governative e nongovernative. Il tema dell’estensione della pratica democratica è stato affrontato anche con riferimento sia a specifici diritti politici, riconosciuti dalla Costituzione repubblicana e dal Diritto internazionale dei diritti umani, sia alle formazioni transnazionali di società civile attive per la democratizzazione di istituzioni e processi decisionali ai vari livelli.

Nel quadro di un approccio globale dell’educazione civica come raccomandato dal Consiglio d’Europa e dalle Nazioni Unite, le lezioni e i seminari proposti durante il Corso hanno evidenziato i collegamenti organici esistenti tra diritti umani e cittadinanza, tra diritto interno e diritto internazionale, tra istituzioni ai vari livelli, tra diritti umani, pace, sviluppo e sicurezza umana, tra beni personali e beni pubblici globali e responsabilità sociale. Hanno altresì messo in evidenza, da un lato, le trasformazioni in atto dello statuto e della pratica della cittadinanza democratica, alla luce sia del vigente Diritto internazionale dei diritti umani sia degli accelerati processi di multiculturalizzazione delle nostre società e, dall’altro, il concetto di cittadinanza plurale e quello di un superiore grado di consapevolezza civica e politica nei contesti multiculturali fornendo puntuali indicazioni su modalità pratiche di dialogo interculturale nella città inclusiva.

Gli insegnamenti sono stati così articolati:

1- Diritti umani, dialogo interculturale, cittadinanza plurale nella strategia delle istituzioni multilaterali, Prof. Antonio Papisca, Cattedra Unesco “Pace diritti umani”, docente di Organizzazione internazionale dei diritti umani

2 - I diritti umani nella Costituzione repubblicana e nel vigente diritto internazionale, Prof. Paolo De Stefani, docente di Giurisprudenza internazionale dei diritti umani

3 - Il ruolo della società civile per la democratizzazione dello spazio glocale, Prof. Marco Mascia, Direttore del Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli, docente di Politiche di pace e di sicurezza

4 - Diritti umani e dialogo interreligioso, Prof. Vincenzo Pace, docente di Religioni e societa’

5 - Cittadinanza, gruppi vulnerabili e inclusione sociale, Prof.ssa Paola Degani, docente di Diritti umani e condizione femminile

6 - Politica internazionale dell’educazione, Prof.ssa Annalisa Pavan, docente di Educazione degli adulti e formazione continua

7 -Cittadinanza europea, globalizzazione, multi-level governance, Prof. Léonce Bekemans, Coordinatore accademico del Centro d'Eccellenza Jean Monnet, Università di Padova

8 - Diritti umani e sport, Prof. Jacopo Tognon, docente di Diritti umani e sport nel diritto dell’UE

9 - Didattica dei diritti umani, Prof.ssa Amelia Goffi, Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli

Docenti che hanno frequentato il corso

Bincoletto Antonio - Istituto Istruzione Superiore "Marchesi" , Padova
Calderan Caterina - Istituto Magistrale "Stefanini" di Mestre (Venezia)
Cecchini Carla Maria - ITAS “Boscardin” di Vicenza
Celi Laura - Liceo “Brocchi” di Bassano del Grappa (Vicenza)
Cenzon Marina - IIS "Canova" di Vicenza
Chemello Franco - Liceo scientifico "Galilei" di Belluno
Chiozzini Laura - Liceo "Giovanni Cotta" di Legnago (Verona)
Crivellari Cinzia - Liceo Classico "M. Polo" di Venezia
De Marchi Marisa - IPSIA "Scotton" di Breganze (Vicenza)
Ferrari Romeo - Liceo Classico "Maffei" di Verona
Furlan Pierino - Istituto Magistrale "Stefanini" di Mestre (Venezia)
Gasperi Antonio - ITCS "L. B. Albert" di San Donà di Piave (Venezia
Gatta Carla - ITCG "Martini" di Castelfranco Veneto (Treviso)
Mantoan Fulvia - IPSAA "Parolini" di Bassano del Grappa (Vicenza)
Merlo Domenica - Liceo Scientifico "Masotto" di Noventa Vicentina (VI)
Milan Renato - Liceo statale “Tito Livio” di Padova
Paoletti Maria Cristina - Liceo statale "L. Stefanini" di Mestre (Venezia)
Parapetto Claudia - IPSIA "Rizzarda" di Feltre (Belluno)
Pedrina Elisa - IPSSAR "Pietro d'Abano", Abano Terme (Pd)
Simeone Giuliana - Liceo Statale "Bocchi" di Adria (Rovigo)