A A+ A++

Presentazione del database

Il database sui diritti umani delle persone con disabilità è nato dalla collaborazione tra il Consiglio Nazionale sulla Disabilità (CND), il Centro diritti umani dell'Università di Padova e Disabled People's International (DPI). Il suo sviluppo è stato portato avanti dal Consiglio Nazionale sulla Disabilità mentre era partner nel 6° Progetto Quadro MURINET (Rete di ricerca multidisciplinare su salute e disabilità in Europa) della Comunità Europea.

Il database pone l'attenzione sul rapporto tra diritti umani e disabilità ed è organizzato attraverso una lista di argomenti basata sulla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle persone con disabilità del 2006: accessibilità, crescita della consapevolezza; bambini, educazione, eguaglianza e non-discriminazione, libertà dalla tortura; trattamento crudele/inumano/degradante e sfruttamento; violenza e abusi; abilitazione e riabilitazione, salute, vita indipendente e inclusione nella comunità; libertà e sicurezza, partecipazione, diritto alla vita, situazioni di rischio e emergenze umanitarie, statistiche e raccolta di dati, donne, lavoro e impiego.
Sebbene la maggior parte della documentazione sia disponibile solamente in lingua inglese, il database fornisce la possibilità di scegliere la lingua dei documenti ricercati (inglese, italiano e altre). 

Il database beneficia anche di una serie di parole chiave di ricerca, come: advocacy, barriere, riabilitazione basata sulla comunità (CBR), discriminazione, empowerment, ambiente, etica, genere, inclusione, diritto e legislazione, mainstreaming, ONG, ricerca e molte altre, che dovrebbero aiutare l'utente a navigare nella banca-dati e a trovare facilmente ciò di cui ha bisogno.

Il database è costruito allo scopo di fornire uno strumento di accesso a molti documenti, scaricabili dall’utente, quali raccomandazioni e documenti sulle politiche prodotti da organismi europei e internazionali tra cui il Consiglio d'Europa, la Organizzazione Internazionale del Lavoro, l'Unione Europea, l'Agenzia europea per lo Sviluppo dell’Istruzione degli Alunni Disabili. 

Parimenti, il database aggiunge le pubblicazioni di organizzazioni di persone con disabilità, raramente accomunate ai documenti ufficiali, come quelle dell’European Disability Forum, Disabled Peoples’ International, Leonard Cheshire, Inclusion International.

Lo scopo finale del database è quindi far conoscere il nuovo approccio alla disabilita’ basata sul rispetto dei diritti umani, per costruire società più inclusive dove tutti possano partecipare, facendo crescere la consapevolezza ed offendo sturmenti di riflessione e lavoro per politiche e pratiche rispettose dei diritti di tutti.

regione del veneto
pace diritti umani