A A+ A++

Sommario


L'Italia e i diritti umani nel 2011

Parte I. Il recepimento delle norme internazionali sui diritti umani in Italia

1. La normativa internazionale sui diritti umani
1.1. Strumenti giuridici delle Nazioni Unite
1.1.1. Convenzioni ratifi cate dall'Italia
1.1.2. Convenzioni fi rmate dall'Italia ma non (ancora) ratifi cate
1.1.3. Convenzioni non fi rmate dall'Italia
1.2. Strumenti giuridici in materia di disarmo e non proliferazione
1.2.1. Convenzioni ratifi cate dall'Italia
1.3. Strumenti giuridici del Consiglio d'Europa
1.3.1. Convenzioni ratifi cate dall'Italia
1.3.2. Convenzioni fi rmate dall'Italia
1.3.3. Convenzioni non fi rmate dall'Italia
1.4. Normativa dell'Unione Europea
1.4.1. Trattati
1.4.2. Normativa dell'UE nel 2011

2. Normativa italiana
2.1. Costituzione della Repubblica italiana
2.2. Legislazione nazionale
2.3. Statuti di Comuni, Province e Regioni
2.4. Leggi regionali

Parte II. L'infrastruttura diritti umani in Italia

1. Organismi nazionali con competenza in materia di diritti umani
1.1. Organismi parlamentari
1.1.1. Senato della Repubblica: Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani
1.1.2. Camera dei Deputati: Comitato permanente sui diritti umani
1.1.3. Organi bicamerali: Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza
1.1.4. Osservatorio Parlamento-Governo per il monitoraggio dello stato di promozione e di tutela dei diritti fondamentali
1.1.5. Cronologia degli atti parlamentari in materia di diritti umani
1.2. Presidenza del Consiglio dei Ministri
1.2.1. Comitato dei Ministri per l'indirizzo e la guida strategica in materia di tutela dei diritti umani
1.2.2. Dipartimento per le pari opportunità: UNAR e Osservatorio per il contrasto della pedofi lia e della pornografi a minorile
1.2.3. Commissione per le adozioni internazionali
1.2.4. Comitato nazionale per la bioetica
1.3. Ministero degli affari esteri
1.3.1. Comitato interministeriale per i diritti umani (CIDU)
1.3.2. Commissione nazionale italiana per l'UNESCO
1.4. Ministero del lavoro e delle politiche sociali
1.4.1. Osservatorio nazionale per l'infanzia e l'adolescenza
1.4.2. Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità
1.4.3. Comitato per i minori stranieri
1.5. Ministero della giustizia
1.6. Autorità giudiziaria
1.7. Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro (CNEL)
1.8. Autorità indipendenti
1.8.1. Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM)
1.8.2. Garante per la protezione dei dati personali
1.8.3. Commissione di garanzia dell'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali
1.8.4. Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza
1.9. Organizzazioni non-governative
1.10. Insegnamento e ricerca sui diritti umani nell'università italiana

2. Strutture per i diritti umani a livello sub-nazionale
2.1. Uffici pace diritti umani di Comuni, Province e Regioni
2.2. Difesa civica
2.3. Coordinamento nazionale dei Difensori civici
2.4. Conferenza dei Tutori e dei Garanti dell'infanzia e dell'adolescenza
2.5. Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani
2.6. Archivi e altri progetti regionali per la promozione della cultura di pace e dei diritti umani

3. Regione del Veneto
3.1. Direzione regionale relazioni internazionali
3.2. Comitato per i diritti umani e la cultura di pace
3.3. Archivio regionale «Pace Diritti Umani - Peace Human Rights»
3.4. Fondazione Venezia per la ricerca sulla pace
3.5. Uffi cio di protezione e tutela pubblica dei minori
3.6. Difensore civico
3.7. Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità tra uomo e donna
3.8. Osservatorio regionale politiche sociali
3.9. Osservatorio regionale immigrazione

Parte III. L'Italia in dialogo con le istituzioni internazionali per i diritti umani

1. Sistema delle Nazioni Unite
1.1. Assemblea generale
1.1.1. Risoluzioni sui diritti umani: comportamento di voto dell'Italia
1.2. Consiglio diritti umani
1.2.1. Comportamento di voto dell'Italia
1.2.2. Esame periodico universale
1.2.3. Procedure speciali
1.3. Alto Commissario per i diritti umani (OHCHR)
1.4. Alto Commissariato per i rifugiati (UNHCR)
1.5. Organi convenzionali (creati in virtù di trattato internazionale)
1.5.1. Comitato dei diritti economici, sociali e culturali
1.5.2. Comitato diritti umani (civili e politici)
1.5.3. Comitato contro la tortura
1.5.4. Comitato per l'eliminazione della discriminazione razziale
1.5.5. Comitato per l'eliminazione della discriminazione nei confronti delle donne
1.5.6. Comitato dei diritti del bambino
1.5.7. Comitato sui diritti delle persone con disabilità
1.5.8. Comitato sui lavoratori migranti
1.5.9. Comitato sulle sparizioni forzate
1.6. Agenzie specializzate, Programmi e Fondi delle Nazioni Unite
1.6.1. Organizzazione internazionale del lavoro (OIL)
1.6.2. Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO)
1.6.3. Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO)
1.6.4. Organizzazione mondiale della sanità (OMS)
1.6.5. Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP)
1.6.6. Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP)
1.6.7. Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (UN-HABITAT)
1.6.8. Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (UNICEF)
1.7. Organizzazioni internazionali con status di osservatore permanente presso l'Assemblea generale
1.7.1. Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM)

2. Consiglio d'Europa
2.1. Assemblea parlamentare
2.2. Comitato dei Ministri
2.3. Corte europea dei diritti umani
2.4. Comitato per la prevenzione della tortura
2.5. Comitato europeo dei diritti sociali
2.6. Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani
2.7. Commissario per i diritti umani
2.8. Commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza
2.9. Comitato consultivo della Convenzione-quadro per la protezione delle minoranze nazionali
2.10. Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto
2.11. Gruppo di Stati contro la corruzione

3. Unione Europea
3.1. Parlamento europeo
3.2. Commissione europea
3.3. Consiglio dell'Unione Europea
3.4. Corte di giustizia dell'Unione Europea
3.5. Servizio europeo per l'azione esterna
3.6. Agenzia dei diritti fondamentali (FRA)
3.7. Mediatore europeo

4. Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE)
4.1. Uffi cio per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR)
4.2. Alto Commissario sulle minoranze nazionali
4.3. Rappresentante sulla libertà dei media
4.4. Rappresentante speciale e coordinatore per la lotta alla tratta degli esseri umani

5. Diritto umanitario e penale
5.1. Adattamento al diritto internazionale umanitario e penale
5.2. Contributo italiano alle missioni di peacekeeping e altre missioni internazionali

Parte IV. Giurisprudenza nazionale e internazionale

1. I diritti umani nella giurisprudenza italiana
1.1. La «comunitarizzazione» delle norme internazionali sui diritti umani: questioni in tema di pubblicità delle udienze e prescrizione
1.2. Interventi legislativi peggiorativi rispetto al «diritto vivente» operati attraverso leggi di interpretazione autentica e principio dell'equo processo
1.3. Dignità della persona, consenso informato a interventi sanitari, fecondazione assistita
1.4. Asilo, protezione internazionale
1.5. Discriminazione
1.5.1. Discriminazione di genere
1.5.2. Discriminazione razziale ed etnica
1.5.3. Discriminazione nei confronti di persone con disabilità
1.5.4. Provvidenze alle vittime delle leggi razziali
1.6. Diritti dei lavoratori
1.7. Diritti degli immigrati
1.7.1. Espulsione dello straniero e reati collegati
1.7.2. Diritto al matrimonio
1.7.3. Diritto all'abitazione
1.7.4. Pericolosità e diniego di rinnovo del permesso di soggiorno
1.7.5. Diritti fondamentali e principio di reciprocità
1.7.6. Diritti sociali degli immigrati e politiche regionali
1.7.7. Minori stranieri non accompagnati
1.7.8. Minori immigrati in situazione di bisogno e permesso temporaneo di soggiorno dei loro genitori
1.7.9. Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e stato di necessità
1.8. Processo penale ed esecuzione della pena
1.8.1. Misura della pena e dovere di conformarsi alle sentenze della Corte europea dei diritti umani
1.8.2. Estradizione e rischio di maltrattamenti
1.8.3. Mandato d'arresto europeo
1.9. Diritti dei minori di età
1.10. Diritti delle persone con disabilità e non autosuffi cienti
1.11. Diritto al pacifi co godimento della proprietà ed espropriazioni
1.12. Ragionevole durata dei processi, mediazione civile
1.13. Diritti umani, stato di diritto e ordinanze dei sindaci
1.14. Crimini internazionali e immunità degli Stati esteri dalla giurisdizione nazionale

2. L'Italia nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani
2.1. Sentenze della Grand Chamber
2.2. Leggi interpretative con effetti su procedimenti in corso
2.3. Diritto alla vita e diritto a non subire trattamenti inumani
2.4. Detenzione irregolare, diritti dei detenuti
2.5. Tutela giudiziaria dei diritti
2.5.1. Diritto a un tribunale ed equo processo
2.5.2. Immunità parlamentare
2.5.3. Durata eccessiva del processo
2.6. Diritto alla vita familiare
2.7. Diritto di proprietà, «espropriazioni indirette», equo indennizzo

3. L'Italia nella giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione Europea
3.1. Applicazione direttiva «rimpatri»
3.2. Modalità di audizione del minore vittima di reato nel procedimento penale
3.3. Quantifi cazione trattamenti economici del personale trasferito
3.4. Responsabilità dello Stato per violazione del diritto dell'UE ad opera di un proprio organo giurisdizionale di ultimo grado

Indice dei luoghi e delle parole notevoli

Indice delle principali fonti normative

Indice della giurisprudenza citata

Comitato di ricerca e redazione

Aggiornato il

11/6/2012

regione del veneto
pace diritti umani