La Regola d'Oro
© The Norman Rockwell Family Entities/Norman Rockwell

Religione e Diritti Umani

Il fenomeno globale del “ritorno del Sacro”, intensificatosi a partire dagli anni settanta e ottanta del secolo scorso, pone nuove e complesse sfide al paradigma dei diritti umani. Secondo il concetto di "ambivalenza del Sacro", la religione può essere allo stesso tempo considerata come fonte di guerre, violenze e violazioni dei diritti umani o come risorsa strategica per la pace, la risoluzione dei conflitti e la promozione dei diritti umani. Coloro che si occupano di diritti umani sono chiamati a confrontarsi costantemente con tale natura ambivalente della religione. Il dossier, diviso in due parti, intende gettare luce sulla complessa interazione tra religione e diritti umani dal punto di vista normativo e sociologico. La prima parte analizzerà il posto riservato alla religione all'interno del sistema internazionale ed europeo dei diritti umani. La seconda parte esaminerà il ruolo assegnato ai diritti umani all'interno di tre grandi tradizioni religiose: il cattolicesimo, il buddismo e l'islam. Il dossier è disponibile in lingua inglese nella versione inglese del sito web del Centro di Ateneo per i Diritti Umani al seguente link: http://unipd-centrodirittiumani.it/en/dossier/Religion-and-Human-Rights/44

Aggiornato il

25/7/2016

regione del veneto
pace diritti umani