A A+ A++
11/2/2015
Immagine satellitare dell'Europa di notte. La luce delle maggiori aree metropolitane è chiaramente visibile.
© NASA/NASA GSFC

2015 Anno internazionale della luce (IYL2015). Iniziative a Padova per la campagna “M’illumino di meno”, 13 febbraio 2015

Il 20 dicembre 2013, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, con Risoluzione A/RES/68/221, ha proclamato il 2015 Anno internazionale della luce e delle tecnologie basate sulla luce (IYL2015). Si tratta di un’iniziativa globale che mira ad accrescere la conoscenza e la consapevolezza di ciascun individuo sul modo in cui le tecnologie basate sulla luce promuovono lo sviluppo sostenibile e forniscono soluzioni alle sfide globali nei campi dell’energia, dell’istruzione, delle comunicazioni, della salute e dell’agricoltura.

Con l’IYL2015 le Nazioni Unite riconoscono il ruolo centrale e vitale della luce e degli studi di ottica nel mondo moderno del 21 secolo e invitano gli Stati membri e tutti gli esponenti della società civile, in particolare le società scientifiche e le istituzioni educative, a sostenere politiche di risparmio energetico, a ridurre l’inquinamento luminoso, a promuovere le tecnologie della luce per un miglioramento della qualità della vita sia nei paesi sviluppati, che in quelli in via di sviluppo, e a favorire l’istruzione tra i giovani e la partecipazione delle donne nel settore scientifico.

In questa direzione si inserisce, tra le altre, l’iniziativa "M’illumino di meno", famosa campagna di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio2, che avrà luogo in diverse città italiane il giorno 13 febbraio 2015 per celebrare l’Undicesima Giornata del Risparmio energetico.

Anche quest’anno il Comune di Padova aderisce a tale campagna spegnendo, come di consueto, le luci in alcuni luoghi significativi della città e invitando cittadini, pubblici esercizi, scuole e dipendenti comunali a illuminare gli ambienti con fonti alternative di energia. L’Università di Padova spegnerà le luci del Palazzo del Bo dalle ore 18.00, partecipando così a un simbolico “silenzio energetico”.

regione del veneto
pace diritti umani