A A+ A++
7/12/2017
UNHCR, Copertina rapporto 2017 sulla protezione internazionale in Italia
© UNHCR/UNHCR

ANCI, Caritas e Migrantes: uscito il Rapporto 2017 sulla protezione internazionale in Italia in collaborazione con UNHCR

L'ANCI, la Caritas e Migrantes in collaborazione con UNHCR, hanno pubblicato il Rapporto 2017 sul sistema di protezione internazionale in Italia.

Dal Rapporto si evince che sta crescendo il sistema di accoglienza SPRAR, più sostenibile e diffiso. Negli ultimi 5 anni, il numero dei migranti presenti nelle strutture di accoglienza italiane è cresciuto costantemente (+1.017%). L’accoglienza diffusa sta portando gradualmente l'Italia verso un sistema di accoglienza regolare ed ordinato, salvaguardando il bisogno delle comunità – manifestato dai sindaci – di garantire controllo e integrazione sostenibile. I beneficiari restano in accoglienza nei centri SPRAR per un periodo più breve, dando così la possibilità a più persone di usufruire dei servizi erogati dai progetti.

Per quanto riguarda i minori stranieri non accompagnati, rimangono ancora criticità legate soprattutto all’eccessiva durata della permanenza nei centri di prima accoglienza e all’esiguo numero di strutture dedicate e di posti nello SPRAR, nonché alle difficoltà dei Comuni di attivare una presa in carico economicamente sostenibile. Nonostante ciò, anche nei confronti dei minori è possibile misurare la sempre maggiore affermazione dell’accoglienza diffusa grazie anche dell’istituzione di un fondo nazionale e dall’apertura dei posti SPRAR anche per i minori stranieri non accompagnati.

Il Rapporto vuole, quindi, sottolineare gli sforzi delle comunità e dei sindaci per una ripartizione equa e sostenibile del flusso migratorio su tutti i territori superando il sistema di accoglienza emergenziale.

Il Rapporto integrale è disponibile al link sottostante.

regione del veneto
pace diritti umani