A A+ A++
1/6/2004 (Archivio storico)

Accordo di Pace in Sudan


-

Il 26 maggio 2004 è stato siglato un accordo a Naivasha, in Kenya, tra il governo, rappresentato dal vicepresidente Ali Osman Mohamed Taha, e il leader del SPLA (Sudan People's Liberation Army) John Garang. I tre protocolli di cui è composto l’accordo costituiscono il primo passo per porre fine al ventennale conflitto tra le autorità sudanesi e i ribelli cristiani ed animisti del sud.

-

Quattro sono i punti principali dell’accordo, concernenti essenzialmente la suddivisione politica e amministrativa del Paese: a) la formazione di un governo di unità nazionale, con larga autonomia per il sud per i prossimi sei anni, al termine dei quali il sud potrà decidere se staccarsi o meno dal nord tramite referendum; b) la divisione al 50% dei proventi petroliferi, situati quasi tutti nella parte meridionale del paese; c) il mantenimento della "sharia", la legge islamica, nel nord del paese ad eccezione della capitale Khartoum, dove i cristiani non vi saranno soggetti; d) la divisione delle cariche politiche ed amministrative nelle regioni del Southern Blue Nile, Abyei e Nuba Mountains, con il 55% delle cariche destinate al governo e il 45% al SPLA.

-

Tuttavia, l’accordo bilaterale non riguarda la martoriata regione del Darfur, devastata da un conflitto sanguinoso tra il governo e i gruppi armati del SLA (Sudan Liberation Army) e del JEM (Justice and Equality Movement).

-

Soddisfazione per il raggiungimento di un accordo è stata espressa dal Segretario generale delle Nazioni Unite, il quale si augura che l’accordo sia il primo passo verso al pacificazione in tutto il Paese. Diversi commentatori hanno peraltro evidenziato la difficoltà di legare l’antico conflitto tra nord e sud del Paese con la situazione creatasi nella regione del Darfur.

-

Intervento del Segretario Generale delle Nazioni Unite
- http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=10884&Cr=sudan&Cr1=

-

Sudan: Now or Never in Darfur, Rappporto dell’International Crisis Group
- http://www.crisisweb.org/home/index.cfm?l=1&id=2765

-

La situazione dei diritti umani in Sudan e in particolare nel Darfur
- http://www.unhchr.ch/huricane/huricane.nsf/view01/5BAA9370ABF44EC6C1256EA1004E7C5A?opendocument
-

Aggiornato il

16/7/2009