A A+ A++
8/12/2018
A session of the Model UPR 2018, at the University of Padova, Dec. 6-7, 2018
© human rights centre, Unipd

Al Centro Diritti Umani dell'Università di Padova il primo "Model UN" sull'Esame Periodico Universale del Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite

Il Centro di Ateneo per i Diritti Umani "Antonio Papisca" dell'Università di Padova, con il supporto del Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali, ha ospitato il 6 e 7 dicembre il primo "Model UN" sui diritti umani dedicato al processo di Esame Periodico Universale. I "Model UN" sono percorsi didattici ormai diffusi in molti stati e basati sulla replica, da parte di studenti adeguatamente addestrati, di attività politico-diplomatiche che si svolgono presso gli organismi dell'ONU.

L'Esame Periodico Universale (Universal Periodic Review, UPR) è una delle procedure più complesse attivate presso il Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite per valutare l'azione degli stati in tema di diritti umani e indurli a fare passi avanti concreti nella loro attuazione. L'UPR si basa sul dialogo e le reciproche raccomandazioni - verificabili a distanza di qualche tempo - che ogni paese può indirizzare allo stato di volta in volta "sotto esame".

A pochi giorni dalle celebrazioni per il settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, trenta studenti della Laurea Magistrale in Human Rights and Multi-level Governance provenienti da varie regioni del mondo hanno svolto l'ultima fase dell'esercitazione, consistente nella simulazione di una sessione dell'Esame Periodico Universale, sotto la guida di Viera Pejchal, funzionaria delle Nazioni Unite addetta a tale procedura, a conclusione di un percorso di studi svolto nell'ambito del corso di Diritto internazionale dei diritti umani (prof Paolo De Stefani). Li hanno addestrati altre studentesse e neolaureate dello stesso corso di laurea, tra cui alcune che avevano svolto attività di tirocinio a Ginevra proprio nell'ambito di tale procedura.

L'esito molto positivo di questa prima edizione del Model UPR fa sperare che l'iniziativa possa riproporsi anche nei prossimi anni, magari aperta alla partecipazione di "squadre" di altri atenei italiani e stranieri. Quello di Padova è infatti il primo esercizio di simulazione centrato sull'Esame Periodico Universale. Anche per questo ha goduto dell'attenzione e del plauso dell'Ufficio dell'Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite.

Nella primavera del 2019, grazie al Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali e al Centro per i Diritti Umani "Antonio Papisca", alcuni degli studenti messisi in mostra in occasione di tale esercizio potranno recarsi a Ginevra per assistere alle sedute del "vero" Esame Periodico Universale, mentre altri potranno partecipare, in ottobre-novembre, all'Esame dell'Italia.

regione del veneto
pace diritti umani