A A+ A++
16/7/2013
Facciata di Palazzo Madama, Italian Senate
© Senato della Repubblica

Alla Commissione diritti umani del Senato della Repubblica le audizioni sulla situazione dei diritti umani in Kazakistan e sul caso Shalabayeva

La Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato della Repubblica ha svolto due audizioni, rispettivamente sulla situazione dei diritti umani in Kazakistan e sul caso di Alma Shalabayeva.

Nel corso della seduta del 9 luglio 2013 sono state audite Lyudmyla Kozlovska, presidente di Open Dialog Foundation, organizzazione orientata alla promozione dei diritti umani soprattutto in Ucraina, Russia e Kazakistan, e Justyna Mazur, rappresentante del Consiglio nazionale polacco degli avvocati. Lyudmyla Kozlovska ha affermato, in particolare, che in Kazakistan la situazione dei diritti fondamentali si va rapidamente deteriorando, in particolare per quel che concerne i diritti delle opposizioni e la libertà di stampa. Justyna Mazur ha riferito di aver ricevuto l’incarico da Open Dialog di recarsi in Kazakistan per un monitoraggio dei diritti, con particolare riferimento a quelli che riguardano la dimensione della giustizia. Nel merito, ha sottolineato di avere riscontato una situazione fortemente lacunosa nella quale i diritti della difesa sono fortemente ridotti.

Nella seduta del 16 luglio 2013 sono stati auditi gli avvocati Riccardo e Federico Olivo ed Ernesto Gregorio Valenti, difensori di Alma Shalabayeva, i quali hanno ricostruito in dettaglio tutti i passaggi che hanno portato, tra il 29 e il 31 maggio scorsi, al trattenimento della signora Shalabayeva e della figlia di appena 6 anni nel CIE di Ponte Galeria ed alla successiva espulsione dall'Italia con l'uso di un velivolo privato.

I resoconti delle audizioni sono disponibili sul sito web della Commissione straordinaria per la tutela dei diritti umani del Senato, all’indirizzo sottostante.

regione del veneto
pace diritti umani