A A+ A++
9/7/2004 (Archivio storico)

Alto Commissario delle Nazioni Unite
- per i diritti umani

Dal primo luglio 2004, il nuovo Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani è la canadese Louise Arbour.

-

L'Alto Commissario è il più importante collaboratore del Segretario Generale delle Nazioni Unite in materia di diritti umani; il suo ufficio rappresenta punto di riferimento per tutti gli organi e le agenzie dell'organizzazione per l'attuazione e il rafforzamento delle politiche sui diritti umani.

-

L'Alto Commissariato è stato istituito nel 1993 in attauzione della Dichirazione finale della COnferenza mondiale sui diritti umani di Vienna. Oltre che di garantire il maistreaming dei diritti umani in tutte le politiche sviluppate dalle Nazioni Unite, l'Alto Commissario cura il dialogo con gli organi per i diritti umani operanti a livello internazionale e regionale, con gli stati, con le organizzazioni regionali, con le organizzazioni nongovernative per i diritti umani e umanitarie e i vari soggetti di società civile internazionali e locali, con le istituzioni nazionali per i diritti umani dei diversi paesi. L'Ufficio ha sede principale a Ginevra, Palais Wilson.

-

Louise Arbour è una giudice canadese di 57 anni, attualmente membro della corte costituzionale del suo paese. Dal 1996 al 1999 è stata procuratore presso il tribunale internazionale penale per l'ex Iugoslavia: a lei si deve, tra le altre cose, l'emissione dell'atto d'accusa contro Slobodan Milosevic.

-

Precedenti Alti Commissari sono stati: l'equadoriano José Ayala Lasso (1994-1997); l'irlandese Mary Robinson (1997-2002); il brasiliano Sergio Vieira de Mello (2002-2003: ucciso in un attentato terroristico mentre guidava la missione Onu a Baghdad). Nei mesi trascorsi l'ufficio era stato retto da Bertrand Ramcharan.

-

link: http://www.ohchr.org/english/

Aggiornato il

16/7/2009