A A+ A++
16/7/2014
Logo di Amnesty International

Amnesty International: pubblicati due nuovi report

Le ultime due pubblicazioni di Amnesty International trattano, rispettivamente, il tema delle violazioni dei diritti dei migranti in ingresso in Europa e la questione dei crimini contro l’umanità in atto nella Repubblica Centrafricana.

Il primo - Il costo umano della Fortezza Europa: le violazioni dei diritti umani nei confronti dei migranti e dei rifugiati alle frontiere d'Europa - è una chiara denuncia dell’atteggiamento assunto dall’UE nei confronti dei tanti che tentano l’approdo al Vecchio Continente per sfuggire alle condizioni di vita in cui sono costretti nei Paesi d’origine. Il focus del Report è dunque centrato sulle modalità di implementazione e di gestione, piuttosto che sulle lacune, delle politiche UE in materia d’immigrazione nonchè sui conseguenti impedimenti che i rifugiati incontrano nell’ accesso al diritto d’asilo nell'UE.

Il secondo - CAR: Perpetrators of atrocities must have nowhere to hide from justice - mette in luce le aberrità che stanno annientando il popolo Centrafricano. Nata come guerra tra Séléka e Anti-balaka fazioni politicamente contrapposte, quella che oggi vive la Repubblica Centrafricana ha assunto i tratti di una guerra di religione tra musulmani e cristiani, nel nome della quale a pagarne le conseguenze sono i civili tutti, e il richiamo al genocidio è solo una tra le fattispecie criminose in atto. Omicidi di massa, sparizioni forzate, reclutamento di bambini, violenza sessuale, saccheggi, trasferimenti forzati. Il Rapporto insiste, allora, sulla necessità d’intervenire urgentemente e di dare avvio a maccanismi che assicurino le presa di responsabilità per le violazioni e gli abusi perpetrati.

regione del veneto
pace diritti umani