A A+ A++
9/10/2016
Ampia veduta della Sala XX, dove si riunisce il Consiglio Diritti umani, presso il Palazzo delle Nazioni a Ginevra, 2010.
© Centro Diritti Umani - Università di Padova

Assicurare una realizzazione sostenibile della UPR: appello agli Stati per rafforzare il terzo ciclo di UPR

In preparazione al lancio del terzo ciclo dell’Esame Periodico Universale (UPR, maggio 2017 - novembre 2021) l’organizzazione “UPR Info” ha publicato un documento sul tema “Assicurare una realizzazione sostenibile di UPR: un appello all’azione rivolto agli Stati per rafforzare il terzo ciclo dell’Esame Periodico Universale” (Ensuring sustainable UPR Implementation: A call to action for States to strengthen the third cycle of the Universal Periodic Review).

Gli Stati sono la forza trainante del processo di UPR e i principali responsabili del funzionamento di questo meccanismo internazionale di tutela dei diritti umani. Per questo motiv il documento di UPR Info si rivolge sia agli Stati soggetti ad UPR, sia ai 47 Paesi membri del Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite che fanno parte del Gruppo di lavoro sull’UPR, sottolineando la necessità di rendere più efficace la realizzazione delle raccomandazioni prodotte a seguito dei cicli di questo Esame Periodico.

Il documento si concentra su due aree prioritarie di azione: il rapporto della situazione del Paese in esame, e la realizzazione delle raccomandazioni rivolte agli Stati interessati ed è orientato alla realizzazione di 14 punti.


7 punti sono rivolti agli Stati soggetti a UPR:

  • fornire una risposta chiara a tutte le raccomandazioni ricevute;
  • stabilire un meccanismo nazionale per il reporting ed il follow-up;
  • consultarsi e lavorare con la società civile;
  • sviluppare un piano d’azione sui diritti umani;
  • elaborare una relazione ad un anno dall’Esame;
  • elaborare una relazione di medio periodo;
  • elaborare una relazione su tutte le raccomandazioni ricevute a seguito dell’UPR;

7 punti sono rivolti ai membri del Gruppo di lavoro sull’UPR:

  • elaborare raccomandazioni precise e orientate all’azione;
  • richiedere risposte chiare alle raccomandazioni e la presentazione di piani di implementazione;
  • mantenere un dialogo bilaterale a livello nazionale con gli Stati oggetto di UPR;
  • sostenere economicamente e politicamente le organizzazioni di società civile;
  • presentare domande sullo stato di implementazione delle raccomandazioni;
  • fare riferimento alle raccomandazioni della UPR precedente;
  • avviare un dibattito generale tra gli Stati oggetto di UPR;

UPR Info è un’organizzazione di società civile con sede a Ginevra che sostiene e monitora costantemente il processo di Esame Periodico Universale, invita gli Stati a riflettere sugli obiettivi da raggiungere attraverso il meccanismo di UPR, ed incoraggia tutti gli attori coinvolti a seguire le buone pratiche sviluppate da questo meccanismo.

regione del veneto
pace diritti umani