A A+ A++
15/11/2014
sfondo bianco, in alto simbolo della Repubblica italiana, al centro scritta blu "Autorità Garante per l'infanzia e l'adolescenza"
© Autorità Garante per l'infanzia e l'adolescenza/Autorità Garante per l'infanzia e l'adolescenza

Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza: due strumenti per la tutela dei diritti delle persone minori d’età

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, istituita nel 2011 e rappresentata dalla persona di Vincenzo Spadafora, ha recentemente diffuso due strumenti per la tutela delle persone minori d’età.

Il primo, ideato in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, è il Vademecum per le Forze di Polizia riguardante buone prassi che le Forze dell’Ordine possono seguire nelle situazioni in cui vengano a contatto con bambini e ragazzi. Tra gli argomenti trattati nel Vademecum, disponibile anche in versione ridotta, si trovano: le problematiche relative ai minorenni autori, vittime e testimoni di reato e il loro diritto all’ascolto; la violenza e la pedopornografia in rete; le situazioni di primo contatto, identificazione e gestione dei minorenni stranieri non accompagnati, anche vittime di tratta.

Il secondo, è un “Welcome Kit” o passaporto dei diritti per i minori stranieri non accompagnati, il quale contiene informazioni pratiche-logistiche, un breve dizionario e messaggi rassicuranti circa la loro condizione di minori migranti. Il Welcome Kit è disponibile in italiano, inglese, francese e arabo ed è costituito da schede illustrate che propongono situazioni che i ragazzi potrebbero dover affrontare nel corso della loro permanenza in Italia.

regione del veneto
pace diritti umani