A A+ A++
17/5/2017
Casa per la Pace di Vicenza

Casa per la pace di Vicenza: si è spento il prof Antonio Papisca, maestro di pace e tutela dei diritti umani

All’alba di oggi, martedì 16 maggio, è mancato Antonio Papisca, fondatore del Centro universitario per i Diritti Umani di Padova, il primo in Europa. Professore emerito, ha insegnato nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Padova Tutela internazionale dei diritti umani. Ha promosso i corsi di laurea e di dottorato in Human Rights, frequentati da ricercatori e studenti provenienti da tutto il mondo e dato vita alla Cattedra Unesco su Diritti umani, democrazia e pace.

Per noi è una grande perdita. E’ stato tra gli “Amici” più vecchi, autorevoli e generosi della Casa per la Pace di Vicenza. Ispiratore dell’art. 2 dello Statuto comunale di Vicenza (la norma “pace e cooperazione”), agli inizi degli anni ‘90 ci ha aiutato, con la sua competenza e saggezza a far nascere la Casa per la Pace come “istituzione pubblica” aperta a tutti, finalizzata ad impegnare associazioni e singoli cittadini interessati a promuovere cultura e iniziative di difesa della pace e dei diritti umani. Il 15 ottobre 1994, all’inaugurazione ufficiale della Casa per la Pace, ha tenuto al cinema Arlecchino una Lectio magistralis sul tema Ruolo degli enti locali nella promozione di una cultura di pace, da considerare un programma politico-culturale lungimirante (“Dai quartieri all’ONU”) sulla natura dell’impegno dal basso e la protezione della pace e dei diritti umani, fatto proprio dalla Tavola della Pace di Perugia e dal Coordinamento Nazionale Enti locali per la Pace (promotori e organizzatori di importanti eventi nazionali come le Marce per la Pace Perugia-Assisi e le Assemblee dell’ONU dei Popoli, aventi l’obiettivo di avviare un grande movimento mondiale a sostegno dell’ONU).

Ricorderemo sempre Antonio Papisca con quella gratitudine sincera che si ha nei confronti dei veri Amici e Maestri.
Antonio, ti ringraziamo di cuore per il tuo Dono!

Vicenza, 16 maggio 2017
Per Casa per la Pace
Matteo Soccio

Aggiornato il

17/5/2017

regione del veneto
pace diritti umani