A A+ A++
19/12/2015
A child from Dakhla Refugee Camp, Algeria, gets his fill of water from a well. (23 June 2003)
© UN Photo/Evan Schneider

Conferenza internazionale “Refugees, Security, and Sustainable Development in the Middle East: The Need for North - South Dialogue”, Giordania, 15-16 marzo 2016

Il Centro studi sui rifugiati dell’Università di Yarmouk organizza una conferenza internazionale a Irbid, in Giordania, nei giorni 15-16 marzo 2016, dal titolo “Refugees, Security, and Sustainable Development in the Middle East: The Need for North - South Dialogue” .

Il fenomeno dei flussi migratori rappresenta, all’interno del contesto storico-politico attuale, una sfida di carattere globale, a cui governi e comunità internazionale sono chiamati a rispondere in maniera rapida ed efficace. Gli spostamenti di enormi masse di profughi da un Paese all’altro possiedono ripercussioni significative in termini economici e di sicurezza, a livello nazionale e regionale. La relazione tra flussi migratori, sicurezza e sviluppo sostenibile rappresenta dunque un tema di estrema rilevanza. Le sfide che tali questioni pongono richiedono sforzi coordinati e congiunti da parte di Paesi ospitanti e Paesi di origine finalizzati ad alleviare la sofferenza dei rifugiati; proteggere i loro diritti; promuovere un dialogo tra i Paesi del Nord e Sud del mondo; costruire un framework di riferimento condiviso di livello globale in grado di proteggere la dignità dei rifugiati e rispettare le esigenze dei Paesi ospitanti.

La conferenza si colloca all’interno di tale contesto e si prefigge i seguenti obiettivi: gettare luce sul fenomeno dei flussi migratori che riguardano il Medio Oriente; comprendere le diverse implicazioni che tali flussi hanno in termini di sicurezza a livello nazionale e regionale; indagare il rapporto tra flussi migratori e sviluppo sostenibile a livello internazionale e nei singoli Paesi ospitanti; analizzare gli approcci sviluppati in ambito scientifico e accademico nell’affrontare la relazione tra flussi migratori, sicurezza e sviluppo sostenibile; esaminare le strategie in grado di favorire l’integrazione dei rifugiati a partire dall'offerta di specifiche opportunità educative.

regione del veneto
pace diritti umani