A A+ A++
3/8/2014
Migranti su una nave che arrivano a Lampedusa
© wikipedia/Sara Prestianni

Conferenza unificata Stato Regioni: concordato il nuovo Piano nazionale sull’accoglienza dei migranti

Nell’ambito dei lavori della Conferenza unificata Stato Regioni è stata raggiunta l’intesa tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali sul nuovo Piano nazionale sull'accoglienza dei migranti per fronteggiare il flusso straordinario di cittadini non comunitari, adulti, famiglie e minori stranieri non accompagnati.

Obiettivo del Piano è l’avvio di un processo di accoglienza strutturato “in grado di rispondere” in maniera dignitosa e rapida all’arrivo di migranti. In particolare, al centro dell’intesa raggiunta vi è la presa d’atto della necessità di un unico sistema di accoglienza articolato in tre fasi:

  • la fase del soccorso e della prima assistenza;
  • la fase della prima accoglienza e qualificazione;
  • la fase della seconda accoglienza e integrazione .

Tra i punti principali del Piano, infine, vi è la creazione di hub regionali per la prima accoglienza, l’aumento dei posti della rete Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) e un impegno economico per l’accoglienza dei minori non accompagnati che si sposta dalle casse degli Enti locali a quelle dello Stato.

 

regione del veneto
pace diritti umani