A A+ A++
8/2/2017
Colombe, simbolo di pace, liberate nei pressi della moschea di Hazrat-i-Ali, Afhanistan, nella giornata internazionale della pace, che ricorre il 21 settembre.
© UN Photo/Helena Mulkerns

Corso di formazione per il personale docente delle scuole primarie e secondarie: L’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale

Aiutare i giovani ad affrontare un mondo che sta diventando sempre più difficile e complesso, carico di sfide e conflitti inediti. Fare in modo che la scuola possa fornire loro le competenze necessarie per crescere in modo consapevole e responsabile. Con questo doppio obiettivo, numerose istituzioni e organizzazioni hanno deciso di organizzare un Corso di formazione e ricerca per il personale docente delle scuole primarie e secondarie intitolato “L’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale. Dalle buone pratiche alle linee guida”.

Il Corso si svolgerà il 10-11 febbraio 2017 presso il Centro di accoglienza Ernesto Balducci di Zugliano alle porte di Udine.

“Al centro della scuola ci sono persone che devono “imparare a vivere” in un mondo globalizzato, interconnesso e interdipendente, in un contesto particolarmente conflittuale, frammentato e multi-identitario” ha dichiarato Flavio Lotti, Coordinatore del Corso. “Questa realtà, in continuo, vorticoso cambiamento, deve essere, dunque, il punto di partenza e di arrivo della scuola. Educare alla pace e alla cittadinanza glocale è uno dei compiti più necessari e urgenti del nostro tempo.”

Tutti dicono: Ripartiamo dalla scuola. Ma come fare? Con quali programmi, progetti ed esercizi? Cosa possiamo fare oltre l’aula? Quali legami, opportunità e sfide ci pone il territorio? Cosa ci suggeriscono il service learning e l’alternanza scuola-lavoro? “Il Corso, che abbiamo voluto organizzare nella comunità di accoglienza di Zugliano, cercherà di rispondere a queste domande partendo dall’esperienza e dalla riflessione individuale degli educatori” ha sottolineato Loredana Panariti, assessore regionale all’istruzione del Friuli Venezia Giulia. “L’analisi delle buone pratiche contribuirà alla scrittura di linee guida per l’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale.”

Al Corso interverranno tra gli altri: Pierluigi Di Piazza, Presidente del Centro Ernesto Balducci; Pietro Biasiol, Direttore Ufficio Scolastico Regionale FVG; Federico Pirone, Presidente del Coordinamento FVG Enti Locali per la pace e i diritti umani; Loredana Panariti, Assessore all’istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia; Aluisi Tosolini, Coordinatore della Rete Nazionale delle Scuole di Pace; Italo Fiorin, Direttore della Scuola di Alta Formazione EIS-LUMSA di Roma e Flavio Lotti, Direttore Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani.

Il Corso è parte del Programma di formazione del personale docente del Friuli Venezia Giulia “La pace si insegna e si impara” 2014-2018 promosso da: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia, Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani, Coordinamento Regionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani del Friuli Venezia Giulia, Rete nazionale delle scuole per la pace e i diritti umani, Tavola della pace in collaborazione con il Centro di accoglienza Ernesto Balducci di Zugliano (UD).

Per informazioni: Amelia Rossi – ufficio stampa Tavola della pace, Via della Viola, 1 Perugia tel. 3351401733

regione del veneto
pace diritti umani