A A+ A++
1/2/2009 (Archivio storico)

Dichiarazione del Consiglio europeo sullo sport. Incontro a Losanna tra Rogge e Figel'.

I rappresentanti del Movimento Olimpico, guidati dal Presidente del Comitato Internazionale Olimpico Jaques Rogge, si sono incontrati lunedì 26 gennaio con una delegazione dell'Unione Europea presieduta dal Commissario per l'educazione, la formazione, la cultura e la gioventù Jan Figel' presso la sede del Comitato Olimpico a Losanna.

L'incontro è stato realizzato per dare seguito ai punti d'azione specificati nella recente Dichiarazione del Consiglio europeo sullo sport che è stata presentata nelle Conclusioni della Presidenza francese dell'Unione nella prima metà di dicembre 2008.

Nella Dichiarazione i Capi di stato chiedono alla Commissione europea di rafforzare il suo dialogo con il Comitato Internazionale Olimpico oltre a sottolineare i valori dello sport e le sue caratteristiche specifiche al di la della sua dimensione economica.

La promozione dell'autonomia del Movimento Olimpico e degli Sport, così come la protezione dell'integrità e della correttezza delle competizioni, ha da sempre una posizione primaria nell'agenda del Comitato Internazionale Olimpico.

L'incontro ha approfondito il tema della specificità e dell'autonomia dello sport, il finanziamento dello sport e delle scommesse, l'applicazione della legge anti-trust europea e dei principi relativi alla libertà di movimento in campo sportivo e la lotta al doping.

Durante l'incontro, il Commissario Jan Figel' ha sottolineato il proprio rispetto per il carattere di autonomia e auto controllo dello organizzazioni sportive. I rappresentanti del Movimento Olimpico hanno a loro volta posto l'accento sulla necessità di salvaguardare i meccanismi di solidarietà finanziaria già esistenti nei confronti dello sport a livello base. Il commissario europeo ha quindi espresso il suo totale sostengo a questo principio guardando in particolare verso l'implementazione del Trattato di Lisbona che contiene un riferimento allo sport.

Nel sottolineare il ruolo significativo dello sport in Europa in termini sopratutto di promozione sociale, il Presidente del Comitato Olimpico Rogge ha sottolineato la necessità per le organizzazioni sportive di essere sostenute dall'Unione Europea per affrontare sfide quali il doping, le scommesse clandestine, il razzismo e la violenza e per salvaguardare la specificità delle strutture e delle regole dello sport.

Il Commissario Figel' ha sottolineato l'importanza del nuovo approccio di dialogo strutturato e regolare con il Comitato Olimpico sottolineando come l'incontro è stato un risultato tangibile di questo nuovo approccio da parte della Commissione.

Segue la Dichiarazione del Consiglio Europeo sullo sport, inclusa nelle Conclusioni della Presidenza francese, 11 e 12 dicembre 2008.

Dichiarazione del Consiglio europeo sullo sport

Il Consiglio europeo riconosce l'importanza dei valori collegati allo sport, essenziali per la società europea.

Sottolinea la necessità di tenere conto delle caratteristiche specifiche dello sport, anche al di là della sua dimensione economica.

Accoglie con favore lo sviluppo di un dialogo costruttivo nel quadro del primo Forum europeo dello sport organizzato dalla Commissione europea. 

Invita a rafforzare tale dialogo con il Comitato olimpico internazionale e con i rappresentanti del mondo sportivo, in particolare sulla questione della "doppia formazione" sportiva ed educativa dei giovani. 

Aggiornato il

16/7/2009

regione del veneto
pace diritti umani