A A+ A++
24/7/2013
Un gruppo di rifugiati sudanesi nel campo profughi di Iridimi, in Ciad, 2004
© UN Photo/Eskinder Debebe

EASO: Rapporto annuale sulla situazione dei richiedenti asilo nell'Unione Europea nel 2012

L’Agenzia Europea che fornisce sostegno agli Stati membri in materia di asilo (EASO) ha pubblicato il Rapporto annuale sulla situazione dei richiedenti asilo nell'Unione Europea nel 2012.

Secondo il Rapporto, nell'anno considerato, nell'UE sono state registrate 335.365 domande di asilo con un incremento dell’11% rispetto al 2011. I richiedenti asilo provengono soprattutto dall'Afghanistan (28.005, di cui molti bambini non accompagnati ), Russia (24.280) e Siria (24.110), quest'ultima con un aumento del 206% rispetto all'anno precedente.

Nel Rapporto, inoltre, si sottolinea come nel 2012 gli Stati membri dell'UE abbiano assistito a importanti variazioni riguardanti i flussi migratori (rispetto al 2011), rendendo così difficile una pianificazione a lungo termine. In questo senso si rileva come, nel corso dell'anno in esame, alcuni Stati sono riusciti a migliorare il loro sistema di asilo, istituendo sistemi di controllo di qualità e migliorando gli strumenti che servono per reperire le informazioni nei Paesi d'origine. Altri Stati, invece, come la Grecia o la Bulgaria, soffrono ancora di importanti carenze per quanto riguarda la protezione dei richiedenti asilo. Il documento sottolinea, a riguardo, una scarsa assistenza legale e un uso frequente e non giustificato della detenzione senza alcuna distinzione tra adulti, bambini o persone vulnerabili.

Infine, un certo numero di Paesi ha inviato all'Agenzia Europea richieste di supporto. Tra questi, l'Italia, che nel dicembre 2012 ha sottoscritto con l'EASO un "Piano di supporto speciale" con il fine di "rafforzare i livelli qualitativi del sistema nazionale di asilo e di accoglienza" in conformità con le nuove regole del Sistema europeo comune di asilo (CEAS).

Il CEAS è stato approvato dal Parlamento Europeo il 12 giugno 2013 e contiene le nuove regole che stabiliscono le procedure comuni per la gestione delle domande di asilo e i diritti di base per i richiedenti asilo che arrivano nell'Unione Europea.

Il 14 luglio 2013 sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea i quattro provvedimenti che costituiscono il Sistema Europeo Comune in materia di asilo: il Regolamento 603/2013 che modifica il Sistema Eurodac per il confronto delle impronte digitali; il Regolamento 604/2013 per la determinazione dello Stato membro competente ad esaminare la domanda di protezione internazionale; la Direttiva 2013/32 sulle procedure comuni per il riconoscimento/revoca dello status di protezione internazionale e la Direttiva 2013/33 sulle norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale

regione del veneto
pace diritti umani