A A+ A++
6/6/2016
Ritratto di donna, Convenzione del Consiglio d'Europa sulla lotta alla tratta degli esseri umani
© Council of Europe

Ecco il video del Progetto TEMVI dedicato alle situazioni di grave sfruttamento e tratta di minori collegate alle economie illegali

I minori vittime di tratta nelle economie illegali sono la componente visibile di un fenomeno di sfruttamento riconducibile ad un mercato organizzato da nuclei o reti criminali. Il Video del progetto europeo “TEMVI: Trafficked and Exploited Minors between Vulnerability and Illegality” ha come obiettivo quello di accrescere la consapevolezza e la conoscenza del fenomeno tra le potenziali vittime, gli operatori dell’azione sociale e delle forze dell’ordine, nonché tra la cittadinanza tutta.

In Italia, il coinvolgimento dei minori nelle economie illegali è un fenomeno di forte allarme sociale, diffuso sia nei centri urbani, sia nelle aree rurali e coinvolge soggetti che per le caratteristiche d’invisibilità dello sfruttamento vengono identificati come autori di reati e quasi mai come potenziali vittime di tratta a scopo di sfruttamento nelle economie illegali.

Il Progetto ha pertanto coinvolto anche Francia, Ungheria, Romania che costituiscono una parte dei Paesi di origine e di transito/destinazione delle vulnerabilità oggetto di conoscenza, nonché una serie di realtà italiane del privato sociale da anni impegnate nella presa in carico delle vittime di grave sfruttamento e tratta. Il video, la cui realizzazione è stata curata dal Comune di Venezia in collaborazione con la società 4Frame - www.4frame.it., è disponibile in italiano ed inglese. La versione in inglese è proposta anche con i sottotitoli in francese, ungherese e rumeno.

Il Progetto TEMVI è finanziato dalla Commissione europea (HOME/2013/ISEC/AG/THB/4000005491) e coordinato dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova.


regione del veneto
pace diritti umani