A A+ A++
25/7/2012
Barche di migranti abbandonate sulla spiaggia dell'isola di Lampedusa, meta dei flussi di migranti provenienti dai paesi del Nord Africa
© UN Photo/Phil Behan

Human Rights Watch: pubblicato il Rapporto “L’odio per le strade: violenza xenofoba in Grecia”

Human Rights Watch ha recentemente pubblicato il Rapporto dal titolo “Hate on the Streets: xenophobic violence in Greece” (L’odio per le strade: violenza xenofoba in Grecia), che documenta il fallimento delle autorità della Grecia nel prevenire e combattere gli episodi di razzismo e xenofobia nei confronti dei migranti, sempre più frequenti nel Paese.

Negli ultimi dieci anni la Grecia, rileva Human Rights Watch, è diventata uno dei paesi dell’Unione Europea in cui arriva il maggior numero di migranti e richiedenti asilo provenienti dall’Asia e dall’Africa, ma non è stato in grado di affrontare il fenomeno con politiche adeguate. Il centro di Atene, in particolare, attualmente è abitato da un alta percentuale di migranti che vivono in condizioni di estrema povertà, occupando edifici abbandonati, piazze e parchi. Le preoccupazioni per l'aumento della criminalità e del degrado urbano sono diventati argomenti dominanti del discorso politico, a cui è andata ad aggiungersi la profonda crisi economica, fattore cruciale che ha permesso l’ascesa di partiti politici di estrema destra che, strumentalizzando il fenomeno migratorio, hanno acquisito sempre maggior consenso. Hanno cominciato a diffondersi, quindi, episodi sempre più diffusi di violenza, aventi come target specifico proprio i migranti presenti nel paese.

Il Rapporto contiene le interviste a 59 persone, per lo più migranti e richiedenti asilo, che hanno subito, o hanno rischiato di subire, episodi di violenza, tra cui 51 attacchi gravi, nel periodo compreso da agosto 2009 e maggio 2012. Le 99 pagine del report evidenziano che, nonostante le autorità greche siano al corrente dei crescenti episodi di violenza, non abbiano ancora predisposto alcuna strategia per prevenire tali atti e per proteggere efficacemente le vittime delle violenze. Human Rights Watch rileva inoltre che le vittime degli attacchi xenofobi sono scoraggiate dallo sporgere formale denuncia in merito alle violenze subite.

Nel rapporto, Human Rights Watch esorta il nuovo governo greco ad adottare misure immediate per far fronte a questa preoccupante situazione, chiedendo, al contempo, l’intervento dell’Unione Europea per offrire un aiuto concreto alla Grecia, in termini di assistenza finanziaria e tecnica.

Il testo completo del rapporto, in lingua inglese, è disponibile al link sotto indicato.

regione del veneto
pace diritti umani