A A+ A++
6/1/2016
sfondo bianco, mappa dell'Africa senza confini di color oro all'interno di due cerchi, in basso piccoli cerchi rossi incrociati l'uno con l'altro e foglie di palma che spuntano da entrambi i lati del simbolo.
© African Union

ILO e Unione Africana: concluso il 13° African Regional Meeting

Si è svolta ad Addis Abeba, Etiopia, la 13° edizione dell’African Regional Meeting, un forum promosso dall’ILO in collaborazione con l’Unione Africana al fine di promuovere il dialogo tra le organizzazioni sullo stato di implementazione delle convenzioni e dei principi dell’ILO nella regione.

In particolare, nell’edizione di quest’anno i rappresentanti dell’ILO e di 45 Stati africani hanno discusso di temi quali: diritti e dialogo sociale per una crescita inclusiva e sostenibile, transizione dall’economica informale a quella formale, occupazione e nuove tecnologie per i giovani, promozione della Dichiarazione tripartita dell’ILO sulle Multinazionali del 1977, imprese e politiche sociali in Africa e stato di avanzamento del Joint Labor Migration Program for Africa, un programma di promozione e tutela dei migranti economici in Africa promosso da ILO, AU, IOM e UNECA.

Il meeting ha rappresentato un’importante occasione di incontro e discussione sui risultati raggiunti nella cooperazione regionale in tema di migrazione e lavoro e identificazione delle sfide attuali, tra cui la mancanza di dati su questi fenomeni, l’incremento dei flussi migratori e traffico di esseri umani e violenza di genere ad essi collegati ed infine la mancanza di tutele appropriate e omogenee tra gli stati per i migranti economici.

Le conclusioni e relative linee guida dell’incontro sono state elaborate in 18 punti nella “Dichiarazione di Addis Abeba: Trasformare l’Africa attraverso condizioni di lavoro decenti e sviluppo sostenibile”, la cui implementazione da parte degli Stati sarà oggetto di verifica durante la prossima edizione dell’African Regional Meeting.

regione del veneto
pace diritti umani