A A+ A++
3/6/2010
Ampia veduta della Sala XX, dove si riunisce il Consiglio Diritti umani, presso il Palazzo delle Nazioni a Ginevra, 2010.
© Centro Diritti Umani - Università di Padova

Il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite ha deciso di istituire una Commissione internazionale indipendente di indagine sull’attacco di Israele alla Flottiglia umanitaria diretta a Gaza

Il 2 giugno 2010 il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite ha adottato la seguente Risoluzione (A/HRC/14/L.1) con 32 voti a favore, 3 contrari, 9 astenuti:

Il Consiglio dei diritti umani, guidato dagli scopi e dai principi della Carta delle Nazioni Unite e dalle disposizioni della Dichiarazione Univerale dei Diritti Umani,

prendendo in considerazione le disposizioni della Quarta Convenzione di Ginevra per la protezione delle persone civili in tempi di guerra del 12 agosto 1949,

sottolineando l’importanza della sicurezza e del benessere di tutti i civili compreso il personale umanitario,

esprimendo grave preoccupazione per l’aggravarsi della crisi umanitaria in Gaza occupata,

sottolineando la necessità di garantire un flusso permanente e regolare di beni e persone dentro Gaza occupata e accogliendo con favore le iniziative miranti a creare e aprire corridoi umanitari e altri meccanismi per il rifornimento continuo dell’aiuto umanitario,

  1. condanna nella maniera più forte il violento attacco delle forze di Israele contro la Flottiglia umanitaria di imbarcazioni che si è tradotto nell’uccisione e nel ferimento di numerosi civili innocenti di vari paesi;
  2. deplora vivamente la perdita della vita di civili innocenti ed esprime la sua più profonda simpatia e condoglianze alle vittime e allo loro famiglie;
  3. chiede al Comitato Internazionale della Croce Rossa di raccogliere e fornire informazioni sull’attuale stato e condizione delle persone detenute e ferite;
  4. chiede alla Potenza occupante Israele di rilasciare immediatamente tutte le persone e il materiale detenuto e facilitare il loro ritorno sicuro ai rispettivi paesi;
  5. invita la Potenza occupante Israele a garantire l’incondizionato rifornimento dell’assistenza umanitaria, compreso il cibo, carburante e attezzature sanitarie alla Striscia di Gaza occupata;
  6. accoglie con favore le dichiarazioni del Segretario generale e dell’Alto Commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite di condanna per gli attacchi israeliani e sollecita la messa in atto di credibili indagini indipendenti su questi attacchi;
  7. decide di inviare una missione internazionale indipendente che indaghi sulle violazioni del diritto internazionale risultanti dagli attacchi israeliani alla Flottiglia di imbarcazioni recanti assistenza umanitaria;
  8. decide di rimanere investita di questa materia.

Voti a favore (32): Angola, Argentina, Bahrain, Bangladesh, Bolivia, Bosnia and Herzegovina, Brazil, Chile, China, Cuba, Djibouti, Egypt, Gabon, Ghana, India, Indonesia, Jordan, Kyrgyzstan, Mauritius, Mexico, Nicaragua, Nigeria, Norway, Pakistan, Philippines, Qatar, Russian Federation, Saudi Arabia, Senegal, Slovenia, South Africa, and Uruguay.

Voti contrari (3): Italy, Netherlands, and United States of America.

Astensioni (9): Belgium, Burkina Faso, France, Hungary, Japan, Republic of Korea, Slovakia, Ukraine, and United Kingdom.


(Traduzione dall’inglese a cura del Centro diritti umani dell’Università di Padova)

regione del veneto
pace diritti umani