A A+ A++
19/6/2013
Facciata di Palazzo Madama, Italian Senate
© Senato della Repubblica

Il Senato della Repubblica istituisce la Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani

Anche per la XVII legislatura, il Senato della Repubblica ha approvato all'unanimità l’istituzione della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani (mozione 7 del 16 aprile 2013), nominandone presidente il Senatore Luigi Manconi.

La Commissione, costituita da 25 membri, in ragione della consistenza dei gruppi parlamentari d’appartenenza, ha compiti di studio, osservazione e iniziativa in materia di tutela e promozione dei diritti umani internazionalmente riconosciuti; a tal fine, essa può: prendere contatto con istituzioni di altri Paesi e con organismi internazionali; effettuare missioni in Italia o all’estero, in particolare presso Parlamenti stranieri anche, ove necessario, allo scopo di stabilire intese per la promozione dei diritti umani o per favorire altre forme di collaborazione; svolgere procedure informative e formulare proposte e relazioni all’Assemblea; formulare pareri su disegni di legge e affari deferiti ad altre Commissioni.

La Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani è stata istituita per la prima volta durante la XIV legislatura (mozione 20 approvata il 2 agosto 2001: presidente Enrico Pianetta) dopo la lunga esperienza maturata dal Comitato contro la pena di morte (1996-2001). Poiché la Commissione non ha carattere permanente, è necessario che sia istituita, con atto formale, all’inizio di ogni legislatura. In passato, questo è avvenuto sia nel corso della XV legislatura (mozione 20 approvata il 7 febbraio 2007: presidente provvisorio Giulio Andreotti), sia nella XVI legislatura (mozione 13 approvata il 30 luglio 2008: presidente Pietro Marcenaro).

 

regione del veneto
pace diritti umani