A A+ A++
20/7/2009
Foto dei partecipanti al Symposium on Cultural Diplomacy: Il Ruolo del Soft Power nel Contesto Internazionale, Berlino, 27 – 31 luglio 2009.
© Academy for cultural democracy

International Symposium on Cultural Diplomacy: “Il Ruolo del Soft Power nel Contesto Internazionale”. Berlino, 27 – 31 luglio 2009

L’Institute for Cultural Diplomacy organizza l’edizione 2009 dell’International Symposium on Cultural Diplomacy. Il programma prevede una settimana di conferenze e tavole rotonde con esperti provenienti da settori del mondo accademico, della politica e del settore privato.

Il tema del Symposium verterà sul ruolo del Soft Power nell’ambiente internazionale, secondo la seguente articolazione:

  • Approcci degli Stati e delle Organizzazioni internazionali al soft power;

  • L’importanza di un accordo multilaterale finalizzato alla cooperazione sulle sfide globali;

  • Il ruolo della diplomazia culturale nelle relazioni tra Occidente e Medio Oriente;

  • Sfide e opportunità nell’uso dell’arte e della cultura come veicoli per la politica estera nazionale;

  • L’influenza del settore privato nell’applicazione del soft power.

Per analizzare queste tematiche, sia da una prospettiva teorica che pratica, sono stati invitati numerosi esperti, tra i quali:

  • Jorge Sampaio, Alto Rappresentante delle Nazioni Unite per l’Alleanze delle Civiltà ed ex Presidente del Portogallo  (1996-2006);

  • Joaquim Chissano, ex Presidente del Mozambico (1986 - 2005) ed ex presidente dell'Unione Africana        (2003-2004);

  • Dr. Vaira V??e-Freiberga, ex Presidente della Lettonia ( (1999-2007);

  • Cassam Uteem, ex Presidente della Repubblica di Mauritius (1992-2002);

  • Dr. Vasile Pu?ca?, Ministro della Romania per gli Affari Europei;

  • Ints D?lderis, Ministro della Cultura della Repubblica della Lettonia;

  • Borys Tarasyuk, Membro del Parlamento ed ex Ministro degli Esteri dell’Ucraina (1998-2000, 2005-2007);

  • Dr. Erkki Tuomioja, Membro del Parlamento ed ex Ministro degli Esteri della Finlandia (2000-2007).

regione del veneto
pace diritti umani