A A+ A++
31/3/2004 (Archivio storico)

Nasce in Veneto la prima rete italiana degli 'Ospedali amici dei bambini'

Martedì 30 marzo è stato sottoscritto un Protocollo d'intesa tra la Regione Veneto e il Comitato italiano dell'Unicef per promuovere politiche e azioni capaci di fornire gli strumenti per la promozione integrata della salute delle mamme e dei bambini, nonché per ampliare gli "Ospedali Amici dei Bambini" in Veneto, sino a creare una vera e propria rete regionale di ospedali che seguano le regole dettate dall'Unicef e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

-

Per ottenere il riconoscimento di "Ospedale Amico del Bambino", è necessario che le strutture si impegnino a rispettare un Protocollo operativo approntato da Unicef e Oms contenente dieci norme fondamentali, che prevedono tra l'altro la pratica dell'allattamento al seno, la messa al bando di qualsiasi supporto artificiale (latti in polvere, tettarelle, succhiotti ecc.), il "rooming-in", che permette alle madri e ai loro bambini di rimanere assieme per tutto il giorno.

-

Nel mondo i Baby Friendly Hospital sono già 15.000 in 128 paesi. In Italia, attualmente, sono 7, i primi due dei quali nati in Veneto sin dal 1998 nelle Uls 3 di Bassano del Grappa e 20 di Verona (Soave/San Bonifacio).

-
-
Link:

-

Comunicato stampa della Sezione italiana Unicef
- http://www.unicef.it/com30_03_2004.htm
-
- www.regione.veneto.it
-
- www.unicef.org
-
- www.who.org

-

 

Aggiornato il

16/7/2009