A A+ A++
3/10/2018
Mandela Peace Summit 2018, intervento di Mariangela Zappia, Rappresentante Permanente dell'Italia presso le Nazioni Unite a New York

Nazioni Unite: al Nelson Mandela Peace Summit l’ambasciatrice Zappia ricorda che la protezione e la promozione dei diritti umani sono una priorità per l’Italia

In occasione della celebrazione del centenario della nascita di Nelson Mandela le Nazioni Unite hanno organizzato il “Nelson Mandela Peace Summit 2018”, cui hanno partecipato i leader mondiali rinnovando il loro impegno per la pace globale.

La Rappresentante Permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite a New York, Mariangela Zappia, è intervenuta al Summit sulla Pace ricordando che “la protezione e la promozione dei diritti umani sono una priorità per l’Italia. La candidatura dell’Italia al Consiglio Diritti Umani per il triennio 2019-2021 si fonda su questo impegno″.

Nell’onorare la memoria di Madiba, l’ambasciatrice Zappia ha affermato: “Nelson Mandela ha plasmato la storia dei nostri tempi, incarnando i valori sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite. [...] Nel corso della sua vita, le azioni del Presidente Mandela sono sempre state guidate dall’obiettivo di porre fine alla guerra e di mantenere la pace e la sicurezza mondiale, di affermare la giustizia e il progresso sociale e di promuovere i diritti umani e la dignità.” Ha continuato la Zappia: “Ci ispiriamo all'esempio di Nelson Mandela nel nostro impegno contro tutte le forme di discriminazione, nella promozione dei diritti delle donne e dei bambini, nell'implementazione della moratoria universale sulla pena di morte, nella promozione della libertà religiosa e nella protezione dei diritti delle minoranze religiose, nella lotta contro il traffico di esseri umani, nella promozione dei diritti delle persone con disabilità, nella protezione del patrimonio culturale e nella protezione dei difensori dei diritti umani”.

La Rappresentante Permanente dell’Italia presso le Nazioni Unite a New York ha inoltre dichiarato: “Nella nostra azione per la promozione della dignità della persona e per la lotta al traffico di esseri umani, siamo tra coloro i quali credono che le migrazioni siano un fenomeno globale che nessun paese può affrontare da solo. L’Italia, sulla scorta della sua esperienza, ha contribuito attivamente al Global Compact sulle Migrazioni che si basa sul rispetto dei diritti umani fondamentali delle persone migranti, sulla responsabilità condivisa e su un partenariato vero tra paesi di origine, di transito e di destinazione”.

In conclusione del suo intervento l’ambasciatrice Zappia ha sottolineato come Nelson Mandela sia stato determinante nel porre le basi dei rapporti tra l'Africa e il resto del mondo ed ha ribadito l’impegno di Italia e Africa per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dell’Agenda 2063 dell’Unione Africana.

Maggiori informazioni sul Nelson Mandela Peace Summit e sulla Rappresentanza Permanente dell'Italia presso le Nazioni Unite a New York sono disponibli ai link sottostanti.

regione del veneto
pace diritti umani