A A+ A++
10/9/2012
Bandiere degli Stati membri dell'ONU, all'esterno del quartiere generale delle Nazioni Unite, New York (USA)
© UN Photo/Joao Araujo Pinto

Nazioni Unite: il Presidente dell’Assemblea Generale organizza una giornata di “open dialogue” con le organizzazioni della società civile

Si svolge il 10 settembre 2012 presso il Palazzo di Vetro a New York la giornata di “open dialogue” tra il Presidente della 66° sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e le organizzazioni delle società civile con status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC).

Organizzato in collaborazione con UN-NGLS (Non-Governmental Liaison Service), NGO Branch, UNDESA e DPI (Department of Public Information), per il Presidente dell’Assemblea Generale, Nassir Abdulaziz Al-Nasser, l’incontro costituisce un’occasione di dialogo e di confronto fondamentale con il mondo della società civile utile sia per fare il punto sull’agenda di lavoro annuale dell’Assemblea sia per incrementare le modalità di partecipazione delle organizzazioni impegnate in tutti i settori di competenza delle Nazioni Unite.

Secondo il Presidente dell’AG, il ruolo svolto dalle organizzazioni della società civile nel contesto dei lavori dell’Assemblea Generale, in modo particolare su temi quali lo sviluppo sociale sostenibile, la sostenibilità ambientale, lo sviluppo economico inclusivo, la pace e la sicurezza, si è dimostrato estremamente prezioso in termini di contributi e proposte. Lavorare con le ONG e rafforzare le modalità di interazione con l’Assemblea Generale non possono che essere quindi obiettivi strategici da perseguire al fine di realizzare un mondo più sicuro e sostenibile.

Tuttavia, nonostante molto sia stato fatto nel corso dell’ultimo anno allo scopo di rafforzare la partnership tra le Nazioni Unite e la società civile, secondo il Presidente dell’Assemblea Generale le relazioni e le modalità di partecipazione delle ONG possono e devono essere ulteriormente sviluppate. In tale contesto, l’incontro del 10 settembre costituisce un’occasione strategica per avanzare ulteriormente nel cammino comune già avviato e per riaprire un canale di confronto diretto con le organizzazioni della società civile.

 

Alle relazioni tra Nazioni Unite e società civile è dedicato il Rapporto “We the Peoples: civil society, the United Nations and global governance” (cosiddetto “Rapporto Cardoso”), commissionato dall’allora Segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, a un Panel di esperti. Presentato nel 2004, il Rapporto Cardoso afferma che la società civile “è oggi di così vitale importanza per le NU che l’impegno con essa è una necessità, non un’opinione”.

regione del veneto
pace diritti umani