A A+ A++
7/4/2015
Copertina del rapporto "The rule of law on the Internet and in the wider digital world"
© Council of Europe

Nazioni Unite: istituito il Relatore speciale sul diritto alla privacy

Il Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite ha istituito il Relatore speciale sul diritto alla privacy (risoluzione 28/L.27 del 27 marzo 2015).

Il diritto alla privacy, secondo il quale nessuno può essere soggetto ad un’arbitraria interferenza nella propria vita privata e familiare, nel domicilio e nella corrispondenza, è riconosciuto dall’articolo 12 della Dichiarazione universale dei diritti umani e dall’articolo 17 del Patto internazionale sui diritti civili e politici.
Le nuove tecnologie per l’informazione e la comunicazione possono creare ulteriori opportunità per interferenze arbitrarie e violazioni dei diritti umani, da qui la necessità di istituire il nuovo Relatore speciale sul diritto alla privacy.

L’esperto, con un mandato di tre anni, è chiamato a monitorare, investigare e relazione sulle tematiche concernenti il diritto alla privacy e sulle presunte violazioni dei diritti umani da parte degli Stati membri.

La scelta della persona che andrà a ricoprire l’incarico avverrà il prossimo giugno.

regione del veneto
pace diritti umani