A A+ A++
9/10/2012
Tavoli predisposti in una sala convegni per accogliere persone che utilizzano sedie a rotelle; sul fondo della sala il tavolo dei relatori.
© UN Photo

Nazioni Unite: si è conclusa l’ottava sessione del Comitato sui diritti delle persone con disabilità

Si è conclusa l’ottava sessione del Comitato sui diritti delle persone con disabilità, tenutasi a Ginevra dal 17 al 28 settembre 2012.

Nel corso della sessione il Comitato ha analizzato i rapporti presentati da Cina, Argentina e Ungheria in merito all’implementazione in questi paesi delle disposizioni contenute nella Convenzione sui diritti delle persone con disabilità.

Nelle sue osservazioni conclusive il Comitato, accogliendo con favore gli sforzi compiuti dall’Argentina per l’adozione di provvedimenti legislativi e di programmi volti alla promozione e protezione dei diritti delle persone con disabilità, ha espresso tuttavia profonda preoccupazione per l’alto numero di bambini con disabilità che frequentano scuole speciali. Il Comitato ha quindi esortato il Paese a formulare politiche pubbliche per promuovere un’educazione inclusiva e ha inoltre sollecitato l’Argentina ad adottare dei piani specifici per la protezione dei diritti delle donne e delle bambine con disabilità.

Per quanto concerne il rapporto presentato della Cina, il Comitato ha espresso apprezzamento per la tutela giuridica fornita ai lavoratori disabili in materia di sfruttamento, violenza e abusi, e per gli sforzi compiuti per la protezione dei diritti dei bambini con disabilità. Il Comitato si è detto tuttavia estremamente preoccupato per il sequestro di migliaia di persone affette da disabilità mentale.

Con riferimento al rapporto presentato dall’Ungheria, il Comitato si è detto soddisfatto delle iniziative intraprese dal paese per supportare, a livello regionale e internazionale, la promozione della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità. Il Comitato ha quindi raccomandato all’Ungheria di adottare specifiche misure, da un lato, per prevenire ogni forma di discriminazione nei confronti di donne e bambine con disabilità, dall’altro, per assicurare che i bambini rom con disabilità siano inclusi nei programmi di istruzione convenzionali.

Il Comitato è un organo composto da 18 esperti indipendenti incaricato di monitorare l'implementazione da parte degli Stati membri delle previsioni contenute nella Convenzione sui diritti delle persone con disabilità e di esaminare eventuali comunicazioni individuali pervenute ai sensi del Protocollo opzionale alla Convenzione, adottato nel 2006 ed entrato in vigore nel 2008.

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità è stata adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2006, ed è entrata in vigore il 3 maggio 2008. L'Italia è parte della Convenzione e del Protocollo dal 15 maggio 2009.

regione del veneto
pace diritti umani