A A+ A++
28/5/2015
10 December 2014 - From left: Valerie Amos, Under-Secretary-General for Humanitarian Affairs and Emergency Relief Coordinator, President Kutesa, Ivan Šimonović, UN Assistant Secretary-General for Human Rights, Tegegnework Gettu, Under-Secretary-General of DGACM and Mireille Fanon Mendes France, Chairperson, Working Group of Experts on People of African Descent.
© H.E. Mr. Sam K. Kutesa's phototeam /Martin Dixon

Nazioni Unite: visita in Italia del Working Group of Experts on People of African Descent, 1-5 giugno 2015

Il Working Group of Experts on People of African Descent sarà in Italia dall’1 al 5 giugno 2015 per una visita di monitoraggio.
Tale gruppo di esperti è stato istituito dalla Commissione per i diritti umani (oggi Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite) nel 2002 con risoluzione 2002/68 al fine di studiare il problema della discriminazione razziale affrontato da individui di origine africana in tutto il mondo e di avanzare proposte per l'eliminazione della discriminazione razziale nei confronti di persone di origine africana.

Lo scopo delle visite nei vari Paesi è quello di raccogliere informazioni su qualsiasi forma di razzismo (discriminazione razziale, xenofobia, afro-fobia e intolleranza) perpetrata nei confronti di persone di discendenza africana; sulle misure adottate per prevenire la discriminazione razziale e proteggere le vittime di razzismo e di crimini ispirati dall'odio; sui meccanismi esistenti per la protezione, l'integrazione e l'inclusione dei migranti e dei rifugiati; sulle misure adottate dai Paesi per contrastare le molteplici forme di discriminazione che specifici gruppi di origine africana possono incontrare e sugli sforzi intrapresi dalle autorità per proteggere le persone di discendenza africana tali violazioni.

Per raccogliere queste informazioni, gli esperti del gruppo di lavoro si incontrano con i capi di Stato e di governo, i ministri competenti, i rappresentanti delle istituzioni indipendenti per i diritti umani, la società civile, i media e gli attivisti per i diritti umani.

Quella di giugno 2015 è la prima visita del gruppo di lavoro in Italia e rappresenta l'occasione per esaminare in dettaglio la situazione delle persone di discendenza africana che risiedono in Italia allo scopo di identificare eventuali problemi correlati a questa tematica, nonché di formulare raccomandazioni.

Al termine della visita, il gruppo di lavoro rilascia un comunicato stampa con le sue conclusioni e raccomandazioni preliminari. In un momento successivo, un rapporto con i risultati definitivi della missione viene predisposto e reso pubblico.

regione del veneto
pace diritti umani