A A+ A++
1/9/2011
I bambini non conoscono la discriminazione razziale
© UNPhotos/UN

Nazioni Unite/CERD: commemorazione del decimo anniversario della Dichiarazione e del Piano d'Azione di Durban

In occasione della commemorazione del decimo anniversario della Dichiarazione di Durban e del Piano d'azione, il Comitato sull'eliminazione della discriminazione razziale delle Nazioni Unite (CERD) ha adottato un documento in cui reitera l'importanza dei due strumenti adottati dalla Conferenza mondiale contro il razzismo, la discriminazione razziale, la xenofobia e l'intolleranza, nel 2001 a Durban, così come la rilevanza del documento risultato dalla Conferenza di revisione di Durban tenutasi a Ginevra nel 2009.

Nel documento del Comitato viene elogiata l'adozione dei piani d'azione da vari Stati parte e i risultati raggiunti in alcuni paesi e regioni nella lotta al razzismo, alla discriminazione razziale, alla xenofobia e all'intolleranza. Il Comitato, inoltre, raccomanda fortemente che la riunione di alto livello dell'Assemblea Generale, convocata il 22 settembre 2011 per commemorare il decimo anniversario, si prenda l'impegno di:

  1. riaffermare la Dichiarazione e il Piano d'Azione adottate dalla Conferenza mondiale contro il razzismo, la discriminazione razziale, la xenofobia e l'intolleranza, tenutasi a Durban nel 2001 e il documento risultato dalla Conferenza di revisione di Durban, tenutasi a Ginevra nel 2009;
  2. reiterare il ruolo centrale della Convenzione internazionale sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale e del suo Comitato nella lotta al razzismo e la discriminazione razziale, come sottolineato dai documenti di Durban;
  3. incoraggiare gli Stati parte alla piena implementazione delle previsioni contenute nella Convenzione e fare appello, ancora una volta, per la sua universale ratifica senza riserve;
  4. mandare un messaggio forte alla comunità internazionale, riaffermando la volontà politica degli Stati a continuare e aumentare i propri sforzi per la costruzione di un mondo libero da ogni forma di razzismo e di discriminazione razziale.
regione del veneto
pace diritti umani