A A+ A++
2/12/2013
Dunja Mijatović, Rappresentante dell'OSCE sulla libertà dei media
OSCE/Curtis Budden

OSCE: Dichiarazione del Rappresentante sulla libertà dei media sul d.d.l. in materia di diffamazione

In una lettera indirizzata al Ministro degli Esteri italiano, Dunja Mijatović, Rappresentante sulla libertà dei media dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), ha presentato un’analisi critica del disegno di legge in materia di diffamazione licenziato dalla Camera dei Deputati il 17 ottobre 2013, ed attualmente in discussione al Senato.

Nonostante l’apprezzamento per l’abolizione delle sanzioni detentive per ingiuria e diffamazione, la Rappresentante ha, infatti, sottolineato come la decisione di mantenere la responsabilità penale per questi due reati non sia conforme agli standard OSCE in materia di libertà di espressione.

Un ulteriore elemento di criticità presente nel disegno di legge rilevato dalla Rappresentante è costituito dall’aumento delle ammende applicabili nei confronti di coloro ritenuti colpevoli di ingiuria o diffamazione, ritenute eccessive e potenzialmente lesive della libertà e del pluralismo dei media in Italia.

A supporto delle sue raccomandazioni, la Rappresentante OSCE ha, infine, presentato alle autorità italiane un’analisi giuridica del disegno di legge in materia di diffamazione predisposta, su richiesta della stessa Rappresentante, da Boyko Boev, giurista esperto dell’organizzazione non governativa britannica “Article 19”.

regione del veneto
pace diritti umani