A A+ A++
5/10/2012
Bandiere contenenti il logo dell'OSCE in russo, inglese e tedesco di fronte al Palazzo dell'Hofburg a Vienna
© OSCE/Mikhail Evstafiev

OSCE/ODIHR: missione di osservazione elettorale in Ucraina, 28 ottobre 2012

L'Ufficio per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani (ODIHR) dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) ha dichiarato formalmente che invierà una missione di osservazione elettorale alle elezioni presidenziali in Ucraina che avranno luogo il prossimo ottobre.

La missione di osservazione elettorale, predisposta su invito ufficiale del Ministro degli Esteri ucraino, sarà guidata dall’inglese Dame Audrey Glover ed è composta da un Core Team di 20 esperti, da 90 osservatori elettorali di lungo periodo (long-term observers- LTOs), distribuiti in tutto il paese e da 600 osservatori di breve periodo (short-term observers – STOs), impegnati nel monitoraggio dello spoglio delle schede, del conteggio e della tabulazione dei risultati delle elezioni.

L'obiettivo della missione è di valutare il rispetto delle procedure elettorali e degli standard nazionali e internazionali in materia, derivanti dagli impegni concordati tra gli Stati membri dell'OSCE. Gli osservatori, in particolare, hanno il compito di monitorare la campagna elettorale, la copertura mediatica data alle elezioni, il quadro legislativo e la sua implementazione, nonché il lavoro degli scrutatori, dei presidenti di seggio, dell’amministrazione elettorale e degli organi governativi competenti.

Il giorno dopo le elezioni, la missione rilasciarà una dichiarazione con le prime osservazioni in merito alle elezioni. Il rapporto finale, contenente informazioni e raccomandazioni dettagliate sull’intero processo elettorale sarà presentato circa due mesi dopo la fine delle elezioni.

regione del veneto
pace diritti umani