A A+ A++
13/11/2018
Il Parlamento europeo ha assegnato il Premio Sacharov 2018 per la libertà di pensiero a Oleg Sentsov
Sergei Venyavsky/Getty

Parlamento europeo: il Premio Sacharov 2018 per la libertà di pensiero è stato assegnato a Oleg Sentsov

Il Parlamento europeo ha assegnato il Premio Sacharov 2018 per la libertà di pensiero a Oleg Sentsov.

Oleg Sentsov (1976) è un regista ucraino, arrestato il 10 maggio 2014 a Sinferopoli, in Crimea, e condannato a 20 anni di reclusione con l'accusa di aver progettato atti terroristici contro il dominio "de facto" della Russia in Crimea. Amnesty International ha descritto il procedimento giudiziario come "un processo iniquo dinanzi a un tribunale militare". Dal mese di maggio 2018 ha condotto uno sciopero della fame, che ha interrotto il 6 ottobre sotto la minaccia di essere alimentato forzatamente.

Il 14 giugno 2018 il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sulla Russia, in particolare sul caso del prigioniero politico ucraino Oleg Sentsov, in cui chiede che le autorità russe liberino immediatamente e senza riserve il regista e tutti gli altri cittadini ucraini illegalmente detenuti in Russia e nella penisola di Crimea.
La condanna di Sentsov è diventata un potente simbolo della sorte dei circa 70 cittadini ucraini illegalmente arrestati e condannati a lunghe pene detentive dalle forze di occupazione russe nella penisola di Crimea dopo la sua annessione.

Nell'annunciare il riconoscimento il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha dichiarato: "Con il suo coraggio e la sua determinazione, mettendo la sua vita in pericolo, il regista Oleg Sentsov è diventato un simbolo della lotta per la liberazione dei prigionieri politici detenuti in Russia e in tutto il mondo. Conferendogli il Premio Sacharov, il Parlamento europeo esprime la sua solidarietà con lui e la sua causa, chiedendo che sia rilasciato immediatamente. La sua lotta ci ricorda che è nostro dovere difendere i diritti umani in ogni parte del mondo e in ogni circostanza".

Il Premio annuale Sacharov per la libertà di pensiero, dedicato alla memoria del fisico e dissidente sovietico Andrej Sacharov, è stato istituito nel 1988 dal Parlamento europeo per sostenere i diritti umani. Il premio viene assegnato a singole persone e organizzazioni che abbiano contribuito in modo eccezionale alla lotta per i diritti umani in tutto il mondo e pone l'attenzione sulla violazione dei diritti umani oltre a sostenere i vincitori e la loro causa. Il 2018 segna i 30 anni dalla prima assegnazione del Premio Sakharov.

regione del veneto
pace diritti umani