A A+ A++
8/11/2015
Logo del Premio Sakharov 2009 per la libertà di pensiero.
© Parlamento europeo

Parlamento europeo: il premio Sakharov 2015 assegnato a Raif Badawi

Il Parlamento europeo ha assegnato il premio Sakharov per la libertà di pensiero 2015, giunto alla sue 27° edizione, a Raif Badawi, blogger saudita noto per essere stato imprigionato e condannato per la sua attività e per aver espresso le proprie opinioni sul regime saudita.

Il premio Sakharov, che trae il nome dallo scienziato e dissidente sovietico Andrej Dmitrievic Sakharov, vuole essere un riconoscimento a coloro, individui o gruppi di persone, che si sono distinti nella protezione dei diritti umani e che hanno portato l’attenzione pubblica mondiale su gravi violazioni dei diritti fondamentali. Negli anni è stato assegnato a personaggi del calibro di Nelson Mandela, Aung San Suu Kyi e Malala Yousafzai. Al riconoscimento viene anche fatto corrispondere un premio in denaro di 50.000 euro.

Raif Badawi è stato premiato per la sua lotta attraverso il blog “Free Saudi Liberals” a favore della libertà di espressione nel suo paese. Per questo motivo l’Arabia Saudita lo ha punito con una condanna a 10 anni di reclusione e a 1000 frustate, accusandolo di apostasia e oltraggio all’Islam. Grazie alla forte mobilitazione internazionale, l’ìnflizione della pena è stata momentaneamente sospesa, ma Badawi si trova ancora in prigione e la sua famiglia è stata costretta a rifugiarsi in Canada per evitare persecuzioni.

regione del veneto
pace diritti umani