A A+ A++
5/2/2019
Regione del Veneto, logo
© Regione del Veneto

Regione del Veneto: nominati i componenti del Tavolo regionale sui diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile

L’articolo 5 della Legge regionale del Veneto n. 21/2018 “Interventi regionali per la promozione e la diffusione dei diritti umani nonché la cooperazione allo sviluppo sostenibile” prevede l’istituzione del Tavolo regionale sui diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile, con compiti consultivi sulla programmazione regionale e di consulenza nei confronti degli organi regionali nelle materie previste dalla legge regionale.

A tal fine, il Direttore dell’U. O. Cooperazione internazionale della Regione del Veneto ha provveduto ad avviare le procedure di costituzione del Tavolo (Decreto n. 52 in data 10/08/2018) e ad approvare le risultanze istruttorie delle proposte di designazione presentate dalle organizzazioni non governative del Veneto riconosciute dal MAECI, le associazioni senza fine di lucro operanti nel territorio regionale da almeno tre anni e le associazioni imprenditoriali del Veneto (Decreto n. 99 del 09/11/2018).

La Giunta regionale del Veneto ha scelto i componenti esperti tra i designati dalle organizzazioni non governative del Veneto riconosciute dal MAECI, le associazioni senza fine di lucro operanti nel territorio regionale da almeno tre anni e le associazioni imprenditoriali del Veneto (D.G.R. n. 1856 10.12.2018).
Il Direttore dell’U. O. Cooperazione internazionale ha infine provveduto alla ricognizione dei componenti per la costituzione del Tavolo (Decreto n. 1 del 14.01.2019).

I nominativi dei componenti del Tavolo regionale sui diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile sono:

a) il Presidente della Giunta regionale, o da un suo delegato, che lo presiede: Luca Zaia;

b) due esperti componenti effettivi e due esperti supplenti designati dalle Organizzazioni della Società Civile (ONG) del Veneto riconosciute dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale:

Leopoldo Rebellato (componente effettivo)
Daniele Brunelli (componente effettivo)
Elena Cracco (componente supplente)
Andrea Danese (componente supplente)

c) tre esperti componenti effettivi e tre esperti supplenti designati dalle associazioni senza fine di lucro operanti nel territorio regionale da almeno tre anni che prevedono nell’atto costitutivo iniziative nel campo dei diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile:

Lucia Tonelotto (componente effettivo)
Giuseppe Piacenza (componente effettivo)
Kaoutar Badrane (componente effettivo)

d) due esperti componenti effettivi e due esperti supplenti scelti dalla Giunta regionale designati dalle associazioni imprenditoriali del Veneto:

Mario Quaresimin (componente effettivo)
Alberto Bordignon (componente effettivo)

e) un esperto componente effettivo e un esperto supplente designati d’intesa tra le Università degli studi del Veneto:

Maria Caterina Baruffi (componente effettivo)
Stefania Tonin (componente supplente)

f) il direttore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” dell’Università degli Studi di Padova, Marco Mascia

g) il Garante regionale dei diritti della persona: Mirella Gallinaro

h) un rappresentante componente effettivo e uno supplente designati dalla Commissione regionale per le pari opportunità:

Alessandro Giglio (componente effettivo)
Luciana Sergiacomi (componente supplente)

j) due rappresentanti effettivi e due supplenti designati d’intesa tra le organizzazioni del commercio equo e solidale iscritte nell’elenco regionale di cui all’articolo 4 della legge regionale 22 gennaio 2010, n. 6:

Marta Fracasso (componente effettivo)
Giorgio Scandiuzzo (componente effettivo)
Eleonora Dal Zotto (componente supplente)
Stefano Toma (componente supplente)

k) un rappresentante componente effettivo e uno supplente designati dalla Associazione Regionale Comuni del Veneto (ANCI Veneto):

Enrico Rinuncini (componente effettivo)
Michela Gottardo (componente supplente).

regione del veneto
pace diritti umani