A A+ A++
24/3/2016
Foto di gruppo di studenti e volontari in Servizio Civile Nazionale dell'Università di Padova ad Assisi, 18 ottobre 2014.

Si riaccende in Italia la campagna per il riconoscimento del diritto alla pace in vista della 4° sessione del Gruppo di lavoro intergovernativo delle Nazioni Unite

Il Gruppo di lavoro intergovernativo, istituito dal Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite con il compito di preparare una Dichiarazione delle Nazioni Unite sul riconoscimento della pace quale diritto fondamentale della persona e dei popoli, si riunirà in quarta sessione a Ginevra dall’11 al 15 aprile 2016.

In vista della nuova sessione del Gruppo di lavoro, continua la Campagna per il riconoscimento del diritto alla pace, lanciata in Italia nel 2013 dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani e dalla Cattedra UNESCO Diritti umani, democrazia e pace dell’Università di Padova e dal Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani.  Le delibere di oltre 200 Consigli comunali e di 5 Consigli regionali hanno raggiunto tutti i quarantasette membri del Consiglio diritti umani, in particolare hanno indotto la nostra Rappresentanza diplomatica a Ginevra a interessarsi più attivamente della negoziazione in corso. La Campagna italiana è riusultata essere molto apprezzata per originalità dei contenuti e ampiezza di partecipazione e ha svolto un ruolo tattico nel successo ottenuto attraverso la riapertura dei lavori del Gruppo intergovernativo.

Il Gruppo avrebbe dovuto infatti concludere definitivamente il proprio mandato nel corso della terza sessione del 2015, ma il forte disaccordo fra i suoi membri ha impedito di decidere sul documento in discussione. Di fatto, ha fallito l’approccio ‘minimalista’ adottato dal Presidente-Rapporteur per l’ultima versione della sua bozza di Dichiarazione, in cui non c’era più traccia di un ‘diritto alla pace’. La forte pressione di società civileONG con status consultivo alle Nazioni Unite ha pertanto contribuito a far decidere per la convocazione della quarta sessione del Gruppo di lavoro.

Questa nuova fase della Campagna prevede che tutti i Comuni e le Regioni italiane aderenti, dando seguito alle delibere adottate, inviino una lettera preparata dal Centro Diritti Umani ai membri del Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite.

In allegato, l'articolo del professor Antonio Papisca "Per il diritto alla pace" (Rivista Mosaico di Pace, marzo 2016). 

regione del veneto
pace diritti umani