A A+ A++
20/9/2017
Tavola della Pace, appello: in spirito di fratellanza
© Tavola della pace/Tavola della Pace

Tavola della Pace: Appello per il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

La Tavola della Pace, di fronte a un mondo che sta perdendo la bussola dei diritti umani, lancia l’Appello “In spirito di fratellanza” ed una campagna di adesione al Comitato nazionale per il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

L'obiettivo dell’appello è quello di riaffermare con forza, insieme a tutte le donne e gli uomini, le associazioni, gli Enti Locali, le scuole, le università, i media, le organizzazioni laiche e religiose interessate un’azione straordinaria di educazione, formazione, informazione e impegno a favore dei diritti umani, quanto scritto nella Carta comune dell’umanità, ovvero la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: “Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”.

Nello spirito dell'appello, la Tavola della Pace invita a partecipare al Comitato Nazionale per il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che ga già visto le prime adesioni in: Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Centro Diritti Umani dell’Università di Padova, FNSI, Cipsi, Articolo 21, Rete della PerugiAssisi. Il Comitato si propone di:

  1. sviluppare un’azione straordinaria di educazione, formazione, informazione e impegno per i diritti umani sollecitando una più ampia assunzione di responsabilità di ogni persona e istituzione, delle scuole e dell’università, degli enti locali e regionali, dei media, delle associazioni, del mondo della cultura, del governo e del Parlamento;
  2. promuovere l’impegno, il protagonismo, la creatività e i comportamenti dei giovani in difesa e per la realizzazione dei diritti umani anche in relazione allo sviluppo delle competenze sociali e civiche necessarie per affrontare le sfide del nostro tempo;
  3. promuovere l’impegno dei giornalisti, del mondo dell’informazione e, in particolare, del servizio pubblico radiotelevisivo RAI nella difesa e promozione di “tutti i diritti umani per tutti”;
  4. promuovere l’impegno degli Enti Locali e delle Regioni per l’attuazione dell’agenda politica locale dei diritti umani favorendo il coinvolgimento dei cittadini e rilanciando la diplomazia delle città;
  5. promuovere l’impegno dell’Italia e dell’Unione Europea nella realizzazione dell’agenda politica dei diritti umani.

Per aderire:  adesioni@perlapace.it

regione del veneto
pace diritti umani