A A+ A++
1/10/2017
La Sfera Armillare, opera di Paul Manship, sullo sfondo il Palazzo delle Nazioni Unite, Ginevra (Svizzera).
© UN Photo/P Klee

UN-NGLS: avviata consultazione per raccogliere i pareri della società civile sul processo di riforma delle Nazioni Unite

Su richiesta dell'Ufficio esecutivo del Segretario generale delle Nazioni Unite, lo UN Non-Governmental Liaison Service (UN-NGLS), programma inter-agenzia delle Nazioni Unite incaricato di promuovere e sviluppare relazioni costruttive tra le Nazioni Unite e le organizzazioni della società civile, ha avviato una consultazione per raccogliere pareri sul processo di riforma delle Nazioni Unite attualmente in corso.

La consultazione, aperta a rappresentanti di organizzazioni non governative, organizzazioni della società civile, associazioni filantropiche, università e cooperative sociali, sarà disponibile fino al 16 ottobre 2017 ed è condotta in seguito alla risoluzione 71/243 dell'Assemblea generale sulla Revisione quadriennale delle politiche primarie dell'ONU (QCPR). La risoluzione del QCPR, che reclamava più coesione, coordinamento, responsabilità ed efficacia del Sistema delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDS), ha portato a giugno 2017 alla presentazione del primo rapporto del Segretario generale sul posizionamento del Sistema di sviluppo delle Nazioni Unite all'interno dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Un secondo rapporto del Segretario generale è previsto per dicembre 2017. Esso includerà gli aggiornamenti sulle azioni e le proposte presentate. Il processo di consultazione rappresenta il canale ufficiale attraverso il quale la società civile potrà fornire un'analisi della relazione del Segretario Generale e presentare proposte sul processo di riforma delle Nazioni Unite, in particolare relativamente alle attività a livello nazionale. 

L'UN-NGLS ha inoltre dato il via ad un Comitato di collaborazione degli stakeholder che, dopo un'analisi cooperativa dei contributi della società civile alla consultazione, produrrà la sintesi finale da presentare all'Ufficio esecutivo del Segretario generale. L'adesione al comitato è aperta fino al 9 ottobre 2017.

La consultazione e le modalità di adesione al Comitato sono raggiungibili tramite il link sottostante.

regione del veneto
pace diritti umani