A A+ A++
26/11/2013
Logo del Creative Cities Network
© CCN

UNESCO: aperte le selezioni per le "Creative Cities"

L'UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura) ha aperto le selezioni per delle nuove città da inserire nel "Creative Cities Network". La costituzione di questa rete transnazionale della creatività é stata promossa nel 2004 nell'ambito dell'Alleanza globale per la diversità culturale (Global Alliance for Cultural Diversity) e poi riconosciuta come possibile traduzione operativa della Convenzione sulla protezione e promozione della diversità delle espressioni culturali (2005).

Obiettivo principale del "Creative Cities Network" é favorire la realizzazione, attraverso il partenariato tra le città, di iniziative che dimostrino l'importanza della creatività e della cultura per lo sviluppo, che promuovano lo scambio di buone pratiche e favoriscano la formazione e il capacity-building artistico e culturale. La rete delle città creative rappresenta, secondo quanto affermato dall'UNESCO, una modalità per rendere possibile il rispetto della diversità culturale nell'ambito di uno sviluppo urbano sostenibile.

Per diventare parte del network, le città devono essere riconosciute quali "hubs creativi", ovvero contesti capaci di promuovere lo sviluppo socio-economico sia nei Paesi sviluppati che in quelli poveri attraverso il sostegno all'industria creativa. Esse devono risultare, inoltre, "clusters socio-culturali", capaci di coinvolgere le diverse comunità socio-culturali nella creazione di un ambiente urbano inclusivo.

Per maggiori informazioni relative alla procedura di selezione delle "Creative Cities" é possibile consultare il documento allegato nel box sottostante.

Risorse

Documenti

Aggiornato il

15/11/2013