A A+ A++
18/6/2013
Due bambine registrate dall'Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l'Occupazione (UNRWA) posano nel campo profughi di Acqba Jaber, nelle vicinanze di Jericho, accanto ad un muro con graffiti in arabo.
© UN Photo/Stephenie Hollyman

UNRWA: Toolkit per l'educazione ai diritti umani, la risoluzione dei conflitti e la tolleranza

L'Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l'Occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) ha pubblicato un Toolkit per l'educazione ai diritti umani, la risoluzione dei conflitti e la tolleranza (Toolkit for Human Rights, Conflict Resolution and Tolerance).

Il Toolkit è uno strumento pratico che, da un lato, fornisce una guida generale sui diritti umani e sulle modalità per la loro pianificazione didattica all'interno delle scuole; dall'altro individua quaranta attività finalizzate allo sviluppo delle conoscenze, delle abilità e delle capacità degli studenti attraverso la diffusione di una cultura dei diritti umani.

Il toolkit ha origine da un progetto pilota condotto con successo dall'UNRWA nel 1999 sia a Gaza che nella West bank. La ricerca aveva lo scopo di sviluppare le abilità degli studenti nel gestire e risolvere i conflitti in un modo non-violento, con particolare riferimento alle seguenti aree tematiche: promozione della conoscenza e consapevolezza dei diritti fondamentali della persona e soprattutto dei bambini; promozione della partecipazione degli studenti nelle decisioni assunte in ambito scolastico, nonchè delle capacità di leadership; creazione di un ambiente scolastico privo di violenza, che faciliti l'apprendimento e l'insegnamento.

L'UNRWA opera da oltre un decennio in progetti sull'insegnamento dei diritti umani. L'educazione, per tale agenzia, è lo strumento più efficace per incoraggiare i rifugiati palestinesi ad esercitare i loro diritti, difendere i diritti degli altri, essere orgogliosi della propria identità, contribuire alla società palestinese in modo positivo e produttivo. 

regione del veneto
pace diritti umani