A A+ A++
2/3/2011
Mappa politica della regione euromediterranea che mostra i 43 paesi membri dell'Unione per il Mediterraneo e la Libia (unico osservatore), 2010
© EU/UE

Unione per il Mediterraneo: settima Sessione plenaria dell'Assemblea Parlamentare in un momento storico per la regione. Roma, 3-4 marzo 2011

I rappresentanti provenienti dal Parlamento Europeo e dai Parlamenti dei 43 Paesi che costituiscono l'Unione per il Mediterraneo (UpM) si incontreranno a Roma il 3 e il 4 marzo 2011 in occasione della settima Sessione plenaria dell'Assemblea Plenaria dell'UpM.

Si tratta di un'occasione particolarmente importante per l'organismo parlamentare euromediterraneo in cui i rappresentanti dei diversi paesi partner avranno l'oppotunità di discutere assieme dei recenti eventi avvenuti in Tunisia, Egitto e Libia che potrebbero avere effetti sostanziali sullo sviluppo della cooperazione nella regione.

Il Presidente del Parlamento Europeo, Jerzy Buzek, che parteciperà alla Sessione con una delegazione composta da 46 rappresentanti ha sottolineato, in particolare, l'importanza che i recenti cambiamenti portati dalle popolazioni nella regione mediterranea abbiano un forte sostegno dai parlamentari di tutta l'area.

Altri temi significativi che verrano discussi nell'ambito della sessione riguarderanno le sfide portate dalla crescente immigrazione, la sicurezza nell'area e lo sviluppo del processo di pace tra israeliani e palestinesi, attualmente in fase di stallo.

L'Assemblea Parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo è stata istituita come Assemblea Parlamentare Euromediterranea nel 2004 nel quadro delle iniziative promosse ai sensi della Dichiarazione di Barcellona del 1995 per implementare il dialogo inter-parlamentare nel contesto del Partenariato Euromediterraneo (ora UpM).

regione del veneto
pace diritti umani