Ricerca per parola chiave

Oggetti con parola chiave:   Slovenia


Ricerca

Filtra i contenuti

Gruppo di Rom
[News]

Convegno internazionale su “I Rom: esperienza di vita e lavoro”, Vicenza, 19 gennaio 2013

Lunedì 19 gennaio, a partire dalle ore 9.30 presso l’Istituto Rezzara a Vicenza, si terrà il Convegno internazionale su "I Rom: esperienza di vita e lavoro". Il Convegno ...

Aggiornato il 14/12/2012
Mappa dell'Unione Europea
[Schede]

Le istituzioni nazionali per i diritti umani in alcuni Paesi membri dell’Unione Europea

Francia La Francia ha due organismi pubblici che attuano espressamente il modello delle istituzioni nazionali per i diritti umani raccomandato dalle Nazioni Unite: il Mediatore della repubblica e la ...

Aggiornato il 13/4/2010
logo UniPD
[Collegamenti e risorse internet]

EMUNI - Università EuroMediterranea

L'EMUNI, con sede a Porto Rose in Slovenia, è una delle sei aree di priorità dell'Unione per il Mediterraneo e nasce come rete internazionale costituita da 179 Università. Il progetto contribuisce significativamente all'armonizzazione dell'educazione universitaria e della ricerca e incoraggia lo sviluppo di un ambiente socio-economico e culturale più ampio nei paesi dell'area Euromed. Il sito dà tutte le informazioni su programmi di studio e dottorati, su conferenze ed eventi. Inoltre, sono disponibili on-line i numeri della Rivista internazionale di studi euro-mediterranei.

http://www.emuni.si/
Aggiornato il 24/5/2011
Logo della Università Euromediterranea che rappresenta una lettera E ed una lettera M stilizzate componenti la metà superiore di un cerchio che le comprende. La parte superiore, un semicerchio blu scuro, rappresenta il Mar Mediterraneo
[News]

L'Università EuroMediterranea (EMUNI) lancia un invito per frequentare i nuovi corsi del programma di studi euromediterranei

L'Università euromediterranea (EMUNI), con sede a Porto Rose in Slovenia, lancia un invito per l'iscrizione a tre corsi che fanno parte del programma in studi euromediterranei. L'EMUNI rappresenta ...

Aggiornato il 21/1/2010
regione del veneto
pace diritti umani