A A+ A++

Amnesty International per la tutela dei diritti umani

Antonio Marchesi  (1987)

Contenuto in:

Pace, diritti dell'uomo, diritti dei popoli (1/1987)

Tipologia pubblicazione

: Articolo / Saggio

Pagine

: 91-94

Lingua

: IT

Contenuto

 

Due conflitti mondiali e le odiose persecuzioni messe in atto da regimi totalitari hanno tristemente caratterizzato la prima metà del nostro secolo. La reazione di una umanità profondamente scossa, all'indomani della seconda guerra mondiale, ha prodotto -tra l'altro - un vasto movimento in favore dei diritti dell'uomo che, se da un lato ha portato a giudicare e punire i criminali nazisti, dall'altro è risultato nella creazione, a partire dal 1945, di numerosi strumenti internazionali. Questo vero e proprio sistema di protezione dei diritti dell'uomo rappresenta uno dei contenuti più significativi del nuovo diritto internazionale ed è potenzialmente sovversivo dell'assetto tradizionale delle comunità degli Stati. In esso, infatti, per la prima volta, l'uomo viene preso in considerazione in quanto tale, al di là delle barriere imposte dalla sovranità statale e indipendentemente dall'appartenenza a particolari gruppi etnici, religiosi o politici o a determinate categorie professionali. E gli Stati sono obbligati, per la prima volta, dal diritto internazionale, a riservare un determinato trattamento ai propri cittadini, rispettandone i diritti fondamentali (ed eventualmente subendo in proposito "ingerenze" nei loro "affari interni"). [...]

Aggiornato il

08/11/2010

regione del veneto
pace diritti umani